0
Servizio Clienti (+39) 075 5069369
Email info@frateindovino.eu
0

L'attualità e gli approfondimenti dal mensile

Frate Indovino

Finanze

Terzo ed ultimo caso buoni postali

25 settembre 2019
Condividi

Ho dei buoni postali in scadenza (miei e dei miei familiari) e le poste mi pagano una cifra diversa da quella scritta sui buoni stessi. Le allego un estremo di un pagamento già effettuato (di un buono a 30 anni) ed un buono ancora da incassare (identico a quello incassato). Vorrei sapere se è corretta la cifra corrisposta o se si può fare qualcosa per ottenere quanto concordato ed accettato in fase di deposito e come da evidenza riportata sul buono e timbrata a conferma per accentuarne la validità.

Lettera firmata

La tabella stampata sul BFP da lei allegato mostra il rendimento errato, in quanto questo sarebbe il rendimento che ci sarebbe stato ogni bimestre degli ultimi 30 anni se non fosse stata applicata una ritenuta fiscale del 12,5% su ogni singolo interesse maturato. Sul sito web della Cassa Depositi e Prestiti può inserire i dati dei suoi BFP e visualizzare la tabella completa degli interessi maturati lordi e del montante liquidabile per ogni singolo bimestre dal 1988 ad oggi. Tale ritenuta fiscale è stata istituita a posteriori con una legge del 1997 che, dunque, ha reso “errata” la tabella di rendimento prestampata sul retro del BFP.

 


Calendario

Richiedi subito la tua copia del Calendario

Inviaci un messaggio

Ti contatteremo al più presto

o vai alla pagina contatti
Sono presenti degli errori. Assicurati che i campi siano completi e corretti e reinvia il modulo.
Grazie ! La tua richiesta è stata inoltrata con successo. Ti contatteremo al più presto.