0
Servizio Clienti (+39) 075 5069369
Email info@frateindovino.eu
0

L'attualità e gli approfondimenti dal mensile

Frate Indovino

Condominio

Se il cane lascia una scia di peli nel condominio

Condividi
Abito in un condominio di 5 appartamenti posto nel quale la convivenza è stata sempre rispettata. Da circa 6 mesi nell'appartamento contiguo al mio, sito al piano superiore, è subentrata una signora quarantenne con un cane. Occorre dar atto che la bestiola è sempre silenziosa durante le assenze per lavoro della padrona ma, quando la signorina porta a passeggio il cane, l'animale lascia dietro di sé una scia di peli veramente notevole che imbratta zerbini, battiscopa delle scale e gradini, tanto che ci ritroviamo tutti con le suole delle scarpe  piene di peli che portiamo poi in casa. Ho fatto presente alla donna in modo amichevole il problema, mostrandole i batuffoli di peli che quotidianamente raccogliamo, lei ha visto, ha preso atto e le cose funzionano come prima. Questo il quesito: esiste tra le pieghe del Codice Civile un norma, una disposizione o qualcosa di simile che contempli un provvedimento da prendere?
Lettera firmata
Negli ultimi anni la legge in materia di abitazioni condominiali e animali da compagnia ha diminuito tangibilmente le restrizioni attuabili nei confronti dei simpatici amici a quattro zampe. La L. 220/12 stabilisce che il regolamento condominiale non può vietare ad un condomino di detenere un animale da compagnia, così come stabilisce l’illegittimità delle delibere condominiali che risultino essere a discapito degli animali domestici (per esempio, il divieto di utilizzo delle scale condominiali o dell’ascensore, ecc...). Tutto ciò premesso è importante ribadire che il proprietario è tenuto a vigilare sul proprio animale per accertarsi che non faccia danni agli altri né alle strutture, e ciò comporta anche che il proprietario si adoperi affinché le parti comuni dell’edificio siano sporcate il meno possibile dal suo animale domestico. L’allontanamento dell’animale può essere chiesto al giudice solamente comprovando una situazione di sporcizia grave e l’insorgere di conseguenti problemi patologici per i condomini. Allo stato attuale è opportuno inserire tale questione nell’ordine del giorno della prossima assemblea condominiale (chiedendone l’inserimento all’amministratore di condominio) e vedere se è possibile adottare o aumentare la frequenza del servizio di pulizia delle scale svolto da un’impresa ad hoc o da un privato dietro compenso.

Calendario

Richiedi subito la tua copia del Calendario

Inviaci un messaggio

Ti contatteremo al più presto

o vai alla pagina contatti
Sono presenti degli errori. Assicurati che i campi siano completi e corretti e reinvia il modulo.
Grazie ! La tua richiesta è stata inoltrata con successo. Ti contatteremo al più presto.