Servizio Clienti (+39) 075 5069369
Email info@frateindovino.eu

Almanacco

Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic
Archivio

CALENDARIO 2023

PADRE NOSTRO

Fratelli Tutti

"Come è tenero un padre verso i figli, così il Signore è tenero verso coloro che lo temono, perché egli sa bene di che siamo plasmati, ricorda che noi siamo polvere".

Gesù chiamava Dio “Abbà” (in aramaico), che traduciamo “Padre”, ma meglio sarebbe tradurre con “babbo”, “papà”. Perciò quando preghiamo il “Padre nostro” siamo invitati ad avere un rapporto con Dio come quello di un bambino o di una bambina che chiama suo padre “papà” o “babbo”. Sono due parole che evocano affetto, familiarità, calore. Entrambe suggeriscono l’immagine di un infante completamente avvolto dal tenero abbraccio paterno, che si abbandona confidente nelle braccia di chi gli ha dato la vita. Il riferimento alla figura paterna ci aiuta a comprendere qualcosa dell’amore di Dio, un amore che rimane però infinitamente più grande, più fedele, più totale di quello di qualsiasi padre terreno. La paternità di Dio è un amore che si china teneramente su di noi, fragili figli bisognosi di tutto: «Come è tenero un padre verso i figli, così il Signore è tenero verso coloro che lo temono, perché egli sa bene di che siamo plasmati, ricorda che noi siamo polvere » (Sal 103,13-14). Tutta l’umanità può parlare con il Creatore del cielo e della terra chiamandolo “Padre”, ma non tutti gli uomini ne sono consapevoli. La paternità di Dio, però, si esprime sempre e comunque al plurale. Il suo amore investe tutti gli uomini e invita ciascuno di noi a fare altrettanto, amare le sorelle e i fratelli tutti e a realizzare la piena comunione della fraternità. La nostra risposta all’amore di Dio è provata nel comportamento fraterno che assumiamo verso il nostro prossimo. La preghiera che Gesù ci ha insegnato è la preghiera della fraternità universale. Perché Dio non è “Padre mio”, ma è “Padre Nostro”, è “Padre” di tutti gli uomini: del ricco e del povero, dell’occidentale e dell’orientale, del credente e dell’agnostico, del dotto e dell’ignorante, del santo e del peccatore.

Come è tenero un padre verso i figli, così il Signore è tenero verso coloro che lo temono, perché egli sa bene di che siamo plasmati, ricorda che noi siamo polvere
Sant’Antonio dalla barba bianca, se non piove la neve non manca.
CARISSIMI AMICI COLTIVATORI soprattutto a voi vada il mio saluto ed augurio più caro di Buon Anno. Una raccomandazione importantissima: non perdete la rubrica “COLTIVATORI” dello scorso anno… conservatela nel modo da voi ritenuto più opportuno al fine di evitare di ripetere nel Calendario di ogni anno alcune informazioni che nel susseguirsi delle stagioni restano costanti, dandoci il modo di inserire nel poco spazio di queste pagine qualche indicazione particolare su nuove colture. Consiglio “sempreverde”: sta a voi, a seconda della zona dove abitate, anticipare o posticipare le raccomandazioni qui fornite, se siete in zone temperate dovete un po’ anticipare, se – invece – coltivate in zone fredde o montuose, posticipate. Per il tappeto erboso, piante acidofile, olivo, vigna e cantina, attenetevi alle indicazioni del Calendario dello scorso anno.
LAVORI DEL MESE Preparate il terreno per le colture primaverili. Controllate tutte le attrezzature e se necessario sistematele o rinnovatele. Ripulite e sterilizzate ambienti, vasi e semenzai. Prestate attenzione a sementi e bulbi da utilizzare nei prossimi mesi, che devono essere conservati in condizioni ottimali. Non fatevi prendere dalla fretta per semine e potature. Se avete l’ambiente adatto (riscaldato o protetto) potete anticipare a Gennaio le semine indicate per il mese di Febbraio.
CANTINA Se siete in ritardo, provvedete subito a cambiare il vino nuovo. Giorni adatti: dal giorno 8 al 20. Controllate i livelli dei recipienti e i valori (gradazione - acidità - pH) della nuova produzione. Per ogni evenienza, non scordatevi di consultare il nostro libro “Vigna, Vino e Cantina” una vera e propria miniera generosa non solo di consigli (da come impiantare una vigna all’imbottigliamento), ma anche di segreti, tecniche secolari, suggerimenti pratici e tanta di quella Letizia Francescana con la quale predisporre l’animo ad un approccio positivo con la Natura.
OLTRE LE NUVOLE Il cielo profondo Come le acque profonde sono quelle più distanti dalla riva, così col termine “cielo profondo” gli astronomi designano la porzione di Universo più remota. La distinzione però, basata prevalentemente sull’osservazione al telescopio, non è netta; la porzione racchiusa nel Sistema Solare è vicina: pianeti, satelliti, comete, asteroidi sono dunque della pertinenza a noi prossima. Le singole stelle dovrebbero essere annoverate nel cielo profondo, anche se solitamente il termine viene utilizzato per designare solo nebulose, ammassi, galassie, oggetti estesi che al telescopio possono apparire come macchie di luce, più o meno ampie, più o meno dettagliate e variopinte a seconda dei casi. Nel corso dei mesi nel Calendario analizzeremo gli oggetti più significativi di questo cielo profondo.
POSIZIONI PLANETARIE Il giorno 7 Mercurio, in Capricorno, è in congiunzione inferiore col Sole, mentre il 30 è alla massima elongazione occidentale (25°). Il giorno 4 Venere entra in Acquario. Il Sole entra in Acquario il giorno 20. Marte è nei Gemelli, Giove in Ariete, Saturno in Acquario. Urano, che dal giorno 23 torna di moto diretto, è in Toro dove vi resterà tutto l’anno e anche Nettuno, in Pesci, vi resterà tutto l’anno.
ASIA NAURIN BIBI (Ittanwali, Pakistan, 1971), è una contadina pakistana di fede cattolica madre di cinque figli che, accusata ingiustamente di aver offeso la religione islamica durante un alterco con altre donne, fu denunciata alle autorità, quindi incarcerata nonostante non ci fossero prove contro di lei. Asia ha sempre negato le accuse asserendo di essere perseguitata e discriminata a causa del suo credo religioso. A oltre un anno dall’arresto viene condannata a morte per blasfemia quindi la famiglia presenta ricorso contro la sentenza ma viene respinto e la sentenza confermata. Nel frattempo il caso di Asia assume una risonanza mondiale mettendo in evidenza i terribili maltrattamenti fisici e psichici patiti dalla donna e, più in generale, le discriminazioni subite dalle persone di fede cristiana. Nel 2018, dopo 9 anni di vicissitudini giudiziarie, la Corte suprema, non senza feroci opposizioni, accoglie la richiesta di assoluzione ordinando la scarcerazione di Asia. Nel 2019 la donna lascia il Pakistan per raggiungere la famiglia in Canada.
COS’È… l’Ortofonia: esatta pronuncia delle parole di una lingua, sia in quanto esente da errori (ortoepia) sia in quanto esente da difetti di fonazione. Vi sono cure mediche e psichiche che permettono di acquistare una corretta pronuncia, ma saranno sempre della massima importanza l’attenzione, l’abitudine e l’impegno. Possono essere di valido aiuto le piante ad azione tonica del sistema nervoso quali l’angelica, la passiflora, l’arancio, la menta, la melissa, il biancospino e tante altre, naturalmente dietro parere medico-specialistico. Informazioni nel volume: “Le Piante della Salute” di Frate Indovino.

Per Tutti

DOMANDE CHE ASSILLANO. Perché una pizza tonda viene messa in una scatola quadrata?
Come mai non si sentono mai le battute sarcastiche sul suocero?
CURIOSITÀ Due fratelli di Girona in Catalogna, hanno venduto un falso dipinto di Francisco Goya per 1,5 milioni di euro, per poi scoprire di essere stati truffati dato che sono stati pagati con banconote contraffatte.
PER SORRIDERE Vorrei avere indietro tutti i riposini che ho rifiutato da piccolo…
Un bambino ai genitori: «Mi ha detto Babbo Natale che voi non esistete!».
Chissà dove vanno quelli che partono dal presupposto.
Dichiarazione d’amore al frigorifero: «Ti voglio bene non per come sei fuori ma per quello che hai dentro!».
“L’attenzione agli ultimi, ai poveri, ai migranti, a quanti non hanno più neanche un minimo di vita e di dignità, ci riguarda sempre più da vicino. Non possiamo restare a guardare come spettatori inerti. È la globalizzazione nella carità, nell’essere solidali, riconoscendoci tutti fratelli e sorelle e figli e figlie di un solo Padre che è nei cieli, a renderci credibili, ossia testimoni della misericordia dell’unico Dio che è Padre di tutti. Così, anche se parliamo lingue diverse e professiamo fedi differenti, è l’amore fraterno a unirci!” (Edoardo Scognamiglio)
Mettere la testa a posto e… poi non ricordarsi dove.
Un po’ di italiani preferiscono lavorare da casa, un altro po’ preferisce lavorare in ufficio, tutti gli altri si accontentano di lavorare e basta.
Il buco nell’ozono si sta allargando: il mio vicino, per spiarmi da dietro le tapparelle fessurate, ha preso l’abbronzatura a strisce!
La zia che ti dà fiducia è quella che ti chiede di rimetterle a posto il suo smartphone.
Quando tua suocera ti chiede: «Cosa hai detto?!» ti sta offrendo la possibilità di migliorare la tua versione dei fatti
«In amore e in guerra tutto è lecito» dicevano i Romani, ma in entrambi non è permesso sbagliare due volte
PÂTÉ DI TONNO - ingredienti: tonno - acciughe sott’olio - olio extravergine d’oliva - capperi - limone - pane - olive verdi in salamoia - uova - sale.
- Preparazione: lavate e spinate con cura 200 gr di acciughe sott’olio, pestatele in un mortaio insieme ad un cucchiaio di capperi sott’aceto. Passate 200 gr di tonno in un frullatore al fine di ottenere una crema omogenea e unite il composto ottenuto alle acciughe e ai capperi. Diluite il tutto con olio d’oliva e succo di un limone. Aggiustate (se ce n’è bisogno) di sale e servite il pâté su pane tostato e bagnato con il succo di limone. Guarnite i crostini con grandi olive denocciolate in salamoia e fettine di uova sode.
FENOMENI CELESTI ad inizio mese Mercurio è visibile al tramonto, per tornare ad essere visibile all’alba al termine di questo periodo. Venere è visibile al tramonto per tutto il mese. Marte è visibile quasi tutta la notte, ma a fine mese perde sempre più tempo prima del sorgere del Sole. Giove è visibile nella prima parte della notte, però per sempre meno tempo. Saturno è visibile al tramonto ma, via via, in maniera meno netta. A fine mese tramonta circa un’ora dopo il Sole.
MACCHIE SOLARI in fase calante ad inizio d’anno; nell’ultima decade di questo mese, possibile ripresa di alcune macchie.
TEMPESTE MAGNETICHE a metà e a fine mese.
GIORNATE FAVOREVOLI soprattutto nella prima metà del mese.
LE ABITAZIONI TERRESTRI NEL PROSSIMO FUTURO Dati alla mano, le costruzioni a crescita esponenziale nelle nostre città – per la popolazione mondiale sempre più esigente e in aumento – sono responsabili del 39% delle emissioni di anidride carbonica e ben il 21% di tali emissioni sono imputabili alla produzione di acciaio e cemento. Riscuote molto interesse il progetto europeo FUNGAR a zero emissioni che prevede la combinazione tra il micelio (le “radici” dei funghi) e i rifiuti agricoli o comunque organici. Lasciando tali funghi colonizzare i suddetti rifiuti per circa due settimane, si ottiene un materiale simile a una schiuma biancastra, che opportunamente trattato può diventare un materiale edile con rilevanti proprietà meccanico-strutturali. Una azienda italiana, partner del progetto FUNGAR, già offre rivestimenti e pavimenti fonoassorbenti.
Il CEDRO (Cedrus Libani) è una conifera gigantesca delle montagne del Libano. È l’albero più citato nelle Sacre Scritture: rappresenta la Chiesa, i profeti e gli apostoli. Questo principe degli alberi per la sua maestosità e longevità nel linguaggio immaginoso dei profeti e dei poeti biblici è emblema della potenza e della bellezza, ma anche della fede robusta e costante. Dio coglierà un ramoscello dalla cima di un cedro, quale segno del “resto d’Israele”, che trapianterà “e diventerà un cedro magnifico” (Ez 17, 22-23). Il cedro, per il suo legno saldo e odoroso, era ricercato per la fabbricazione di mobili diversi: sarcofaghi (in Egitto), navi, idoli e per il rivestimento di ricche dimore. In Israele fu utilizzato per la costruzione del Tempio di Salomone (1Re 5,20-24).

Calendario

Richiedi subito la tua copia del Calendario

Sono presenti degli errori. Assicurati che i campi siano completi e corretti e reinvia il modulo.
Grazie ! La tua richiesta è stata inoltrata con successo. Ti contatteremo al più presto.