Il pensiero spirituale
Coloro che si fanno condurre dallo Spirito hanno idee lungimiranti. Ecco perché ci sono tanti ignoranti che la sanno più...
leggi tutto
VESTIRE IERI E OGGI
Vestire è mettersi qualcosa addosso per un giusto diritto alla riservatezza e per ripararsi dal freddo. Il Petrarca direbbe: “Per onestà e per leggiadria”. Poi noi umani, per una spiccatissima vocazione a complicare le cose, abbiamo inventato la moda (la dea dell’apparenza), quindi lo shopping (il doping delle signore), e poi gli abiti firmati, le sfilate, i saldi, cioè quelle svendite provvidenziali che ti fanno scoprire l’entità delle fregature che hai preso durante il resto dell’anno. La moda, questa invenzione effimera, fuggevole, che vorrebbe trasformarci tutti in attaccapanni!... Penso che la proprietà nel vestire si chiami eleganza; e l’eleganza dipende da chi sta dentro il vestito. Senza scordare che può bastare un vestito e un sogno per essere felici.

Conquiste di ieri e conquiste di oggi
Mi rifiuto o mi riciclo?
Agosto 2019
  • 1 g
    S. Alfonso Maria de’ Liguori vescovo dottore


    Luna Nuova a h. 05.11
    06.05
    20.36
  • 2 v
    S. Maria degli Angeli

    S. Eusebio di Vercelli vescovo

    La prima acqua d’Agosto - rinfresca il bosco
    06.06
    20.34
  • 3 s
    S. Asprenato vescovo

    S. Pietro di Anagni vescovo

    Denaro guadagnato - non abbisogna di ringraziamenti
    06.07
    20.33
  • 4 d 18ª p.a. S. GIOVANNI MARIA Vianney sacerdote
    Distanza - prova costanza
    06.08
    20.32
  • 5 l
    S. Maria della Neve

    S. Osvaldo martire - S. Paride vescovo

    Nessun frutto raccoglie - chi si ferma alle foglie
    06.10
    20.31
  • 6 m
    Trasfi gurazione di Nostro Signore Gesù Cristo

    B. Taddeo Dulny martire

    Nei pericoli si vede - chi d’amico ha vera fede
    06.11
    20.29
  • 7 m
    S. Donato vescovo

    S. Alberto degli Abbati sacerdote - S. Gaetano sacerdote

    Primo Quarto a h. 19.30
    06.12
    20.28
  • 8 g
    S. Domenico di Guzmán sacerdote

    B. Vladimiro sacerdote

    Troppo svoltare - farà deviare
    06.13
    20.27
  • 9 v
    S. Teresa Benedetta della Croce vergine martire


    Non conviene consumare due candele - per cercare uno spillo
    06.14
    20.25
  • 10 s
    S. Lorenzo diacono martire

    B. Arcangelo Piacentini francescano

    In politica il tradimento - è un sistema di aggiornamento
    06.15
    20.24
  • 11 d 19ª p.a. S. CHIARA di Assisi vergine francescana S. Susanna martire
    Tra il dire e il fare - la politica sa navigare
    06.16
    20.22
  • 12 l
    S. Giovanna Francesca de Chantal vedova


    Amore e signoria - non voglion compagnia
    06.17
    20.21
  • 13 m
    S. Ponziano papa martire

    S. Ippolito sacerdote martire - S. Cassiano martire

    Ruote che stridono - vogliono l’unto
    06.18
    20.19
  • 14 m
    S. Massimiliano Maria Kolbe martire francescano


    La carità non scusa l’inganno
    06.20
    20.18
  • 15 g Ferragosto
    Luna Piena a h. 14.29
    06.21
    20.16
  • 16 v
    S. Rocco

    S. Stefano d’Ungheria re - S. Rosa Fan Hui vergine martire

    Nell’epoca presente - chi “magna” acconsente
    06.22
    20.15
  • 17 s
    S. Chiara di Montefalco vergine

    S. Mirone sacerdote martire

    Poveri e sofferenti - hanno pochi parenti
    06.23
    20.13
  • 18 d 20ª p.a. S. ELENA imperatrice B. Paola Montaldi badessa
    Serena povertà - madre di santità
    06.24
    20.12
  • 19 l
    S. Ludovico d’Angiò vescovo francescano

    B. Giordano da Pisa sacerdote

    Con due paia di occhiali - ci si vede meno che con uno
    06.25
    20.10
  • 20 m
    S. Bernardo di Chiaravalle abate dottore


    Mentre il cane si gratta, la lepre scappa
    06.26
    20.08
  • 21 m
    S. Pio X papa

    S. Ciriaca vergine - S. Grazia martire

    Chi va per la dritta via non sbaglia mai
    06.27
    20.07
  • 22 g
    Beata Vergine Maria Regina

    B. Timoteo sacerdote francescano

    O del cielo Gran Regina - tutto il mondo a te s’inchina
    06.29
    20.05
  • 23 v
    S. Rosa da Lima

    Bb. Rosaria e Serafi na vergini martiri

    Ultimo Quarto a h. 16.56
    06.30
    20.04
  • 24 s
    S. Bartolomeo apostolo

    S. Giovanna Antida vergine

    Nulla s’ottiene con la forza - tutto con l’amore
    06.31
    20.02
  • 25 d 21ª p.a. S. LUIGI IX re O.F.S S. Giuseppe Calasanzio sacerdote
    Chi non ha discrezione, non merita rispetto
    06.32
    20.00
  • 26 l
    S. Alessandro martire

    B. Lorenza Harasymiv vergine martire

    Non prendere il cannone - per uccidere una mosca
    06.33
    19.59
  • 27 m
    S. Monica vedova

    S. Amedeo vescovo - S. Cesario vescovo

    Con reti piccole non si piglian pesci grossi
    06.34
    19.57
  • 28 m
    S. Agostino vescovo dottore

    S. Restituto vescovo - S. Ermete martire

    La libertà è una gioia - che raramente annoia
    06.35
    19.55
  • 29 g
    Martirio di S. Giovanni Battista

    S. Sabina vergine

    Non farti invelenire - da dei “sentito dire”
    06.36
    19.53
  • 30 v
    S. Bononio abate

    B. Alfredo Ildefonso Schuster vescovo

    Luna Nuova a h. 12.36
    06.38
    19.52
  • 31 s
    Ss. Giuseppe d’Arimatea e Nicodemo


    Lingua mitragliatrice - presto si contraddice
    06.39
    19.50
Coltivatori
Con le buone maniere si muovon le montagne.
LAVORI DEL MESE Continuate a curare con attenzione il regime idrico delle vostre piante. Come luglio era il mese delle semine di varietà orticole autunno- invernali, così agosto è il mese dei trapianti delle stesse varietà. Nella scelta delle piantine eliminate gli esemplari più vecchi, troppo cresciuti o con foglie ingiallite; scegliete piuttosto esemplari più giovani e rigogliosi, anche se più piccoli. Fate innesti a gemma dormiente. Continuate a mettere in conserva i vostri prodotti. Fate attenzione alla mosca dell’olivo.
ORTO Rincalzate fi nocchi e cardi. Impiantate le nuove carciofaie “per ovoli”. Imbianchite sedani ed indivie. Semine e trapianti in terreno aperto: rucola, ravanelli, prezzemolo, valeriana, spinaci; radicchi, indivie, cicorie, lattughe di ogni tipo; cavoli e rape di ogni varietà, porri, cipolle e finocchi.
GIARDINO Raccogliete i bulbi delle varietà sfiorite e poneteli in ambiente asciutto e ventilato. Continuate a cimare i crisantemi. Seminate i bulbi di: narciso, colchico e crocus. Fate talee di forsizie, ortensie, rose e altre varietà di arbusti da fiore.
VIGNA E CANTINA In questo mese l’uva comincia a cambiare colore (invaiatura). Appena ha inizio fate l’ultimo trattamento con prodotti a base di rame, aggiungendo un buon prodotto contro la muffa grigia (Botrytis cinerea). Seguite la maturazione dell’uva, misurando la gradazione zuccherina. Cominciate a preparare le attrezzature per la vendemmia, curando la pulizia e l’efficienza di tutto l’occorrente. Nell’ambiente dove avverrà la vinificazione potete tenere recipienti con il vino vecchio solo se coperti con olio enologico. Giorni adatti per i travasi: dal 15 al 30 del mese.
Dal libro delle Stelle
OLTRE LE NUVOLE Con la definizione “Luna blu” (Blue Moon in inglese), si indica la seconda Luna piena che si verifica nel corso di uno stesso mese. L’origine di questa denominazione non è del tutto chiara, forse è legata ad un errore di trascrizione derivante dall’antico termine anglosassone belewe moon, dove belewe era usato col signifi cato di betrayer moon (luna traditrice). La circostanza della doppia luna piena in un mese si verifica in media ogni 2,7 anni, e circa 7 volte ogni 19 anni. L’evento, quindi, non ha nulla a che fare con un cambiamento di colore del satellite, che può comunque avvenire per via di un effetto ottico legato a particolari condizioni climatiche o fenomeni atmosferici, non necessariamente connessi al plenilunio.
POSIZIONI PLANETARIE Venere il 14 è in congiunzione superiore col Sole; il 21 entra in Vergine, mentre il Sole vi entra il 23 e Marte già dal 18. Giove staziona in Sagittario e dal 12 torna di moto diretto. Saturno rimane in Capricorno, Urano, in Toro diventando retrogrado dal 12, Nettuno in Pesci.
Donne
CETRIOLO Questo vegetale era conosciuto fi n dall’antichità, infatti se ne trova menzione nella Bibbia. Lo coltivavano gli Egizi e successivamente i Greci e i Romani. La pianta che lo produce ha il fusto erbaceo con andamento rampicante; le foglie sono grandi e palmate. Il frutto è di varie dimensioni, di colore verde intenso o chiaro, in alcune varietà addirittura bianco. Il cetriolo è consumato generalmente crudo, conservato in salamoia o sott’aceto (in questo caso però va colto immaturo, cioè molto piccolo). Consigli: quando acquistate i cetrioli fate attenzione a che non siano troppo maturi e grossi poiché risultano più acquosi e meno saporiti. Per valutarne la freschezza, controllate che siano duri al tatto e con la buccia perfettamente liscia. I cetrioli di forma cilindrica sono più dolci di quelli di forma affusolata, che risultano generalmente amarognoli. Altre curiosità e consigli utili li trovi sul libro di Frate Indovino “In cucina non tutti sanno che…” ordinalo al numero: 075 5069369 oppure sul sito www.frateindovino.eu
Salute
SONNO E ALZHEIMER Soprattutto tra i 35 e i 65 anni, la mancanza cronica di sonno potrebbe essere determinante nell’innescare il processo di morte neuronale nella malattia di Alzheimer. I ricercatori, analizzando il liquido cefalorachidiano (il fluido che circonda il cervello e il midollo spinale) dei soggetti, dopo una notte di sonno disturbato, hanno rilevato un aumento di beta-amiloide. Quando la “proteina tau” non opera correttamente nel facilitare l’espulsione dalla cellula di altre proteine potenzialmente tossiche, instradandole verso l’esterno, si verifica all’interno del neurone un accumulo di diverse proteine, fra cui la beta-amiloide. A questo punto la cellula tenta comunque di espellere le proteine tossiche in altri modi ma, non riuscendo a eliminarle tutte, non riesce neppure ad impedire alle beta-amiloidi (che sono “appiccicose”) di aderire una all’altra durante l’espulsione, formando le tipiche placche degenerative attorno ai neuroni.
Per Tutti
SORRIDIAMO CON I GRANDI DELLA STORIA Tutti abbiamo letto il libro di Pinocchio, scritto dal giornalista Carlo Lorenzini (1831 o 1826 – 1890) detto Collodi (dal suo paese nativo). Ma forse non tutti conoscono l’origine di questi apolavoro. L’autore una sera ebbe una forte perdita al gioco, circa mille Lire. Quando stava per uscire dal locale per tornarsene a casa, l’editore Felice Paggi, che era un suo grande amico, gli domandò: “Dove vai?”. “Ho perduto al gioco e me ne vado a letto”. “Quando hai perduto?”. “Mille Lire e non le ho”. “Se le vuoi te le do io”. Collodi pensò ad una burla e se ne andò. La mattina dopo Collodi si recò senza entusiasmo dall’editore, ma questi gli diede le mille Lire a condizione che gli scrivesse, entro il giro di un anno, un libro per fanciulli. Collodi accettò e così nacque questo capolavoro: “Le avventure di Pinocchio: storie di un burattino” (1883).
Voci che girano
Il modo di vestire è una preoccupazione sciocca. Ma è sciocco per un uomo non essere ben vestito (Lord Chesterfi eld).
Mio padre mi ha insegnato a vestirmi in modo rispettoso nei confronti degli altri e non l’ho mai dimenticato (Sam Raim).
Io non so chi ha inventato i tacchi alti, ma tutte le donne gli devono molto (Marilyn Monroe).
Non essere alla moda è il miglior modo per non essere fuori moda (Jean Dion).
Cenerentola è la prova che un paio di scarpe può cambiare la vita (Anonimo).
Moda: un’epidemia creata ad arte (George Bernard Shaw).
Moda: la dea dell’apparenza (Stéphane Mallarmé).
Ed eccomi al grande problema: un armadio di vestiti, e niente da mettermi (Carrie Bradshaw).
I miei soldi li voglio là dove li posso vedere: tutti appesi nel mio armadio (Carrie Bradshaw).
A veste logorata, poca fede vien prestata (Proverbio).
Il più grande alleato della moda è il conformismo (Roberto Gervaso).
Coloro che fanno del vestito una parte principale di se stessi fi niranno, in generale, per non valere più dei loro abiti (William Hazlitt).
L’eleganza è la sola bellezza che non sfiorisce mai (Audrey Hepburn).
La moda è fatta per andar fuori moda (Coco Chanel).
Nel corso degli anni ho imparato che ciò che è importante in un vestito è la persona che lo indossa (Yves Saint Laurent).
La moda è ciò che segui quando non sai chi sei (Quentin Crisp).
La moda è così insopprimibilmente brutta che va cambiata due volte l’anno (Oscar Wilde).
La moda è l’autoritratto di una società e l’oroscopo che essa stessa fa del suo destino (Ennio Flaiano).
Grillo Sparlante
Un filosofo è un pazzo che si dà da fare tutta la vita perché si parli di lui quando sarà morto (Anonimo).
Al ristorante: “Ha gradito la nostra cena, signore?”. “Ma certamente, chef. Però se il pollo fosse stato giovane come il vino e il vino fosse stato vecchio come il pollo, sarebbe stato tutto un’altra cosa”.
La signora alla commessa dopo aver acquistato il computer: “ Ma l’olio ogni quanto tempo si cambia?”.
Vi ricordate la storia di Golia e del gigante? (Giovanni Trapattoni).
Dalla Bisaccia di Frate Indovino
RISOTTO AL FINOCCHIO SELVATICO. - Ingredienti: 350 gr di riso per risotti - un’abbondante manciata di finocchio selvatico - una cipolla media - mezzo bicchiere di vino bianco secco - 1 litro di brodo vegetale - una noce di burro - parmigiano grattugiato - peperoncino, olio extrav., sale.
- Procedimento: pulite, lavate e tritate finemente il finocchio selvatico - fate soffriggere la cipolla tritata a piccoli pezzetti nell’olio extrav. unendovi il finocchio selvatico - unite il riso, fatelo tostare, sfumatelo con il vino bianco e portatelo a cottura aggiungendo il brodo in piccole quantità - a fi ne cottura mantecate con burro e parmigiano - servite ben caldo. [cfr. il nostro libro Curarsi a Tavola - Ricette facili con erbe officinali pag. 162].
Vedo Prevedo Travedo
Le persone più deboli e più vulnerabili tenteranno di combattere con aspra animosità quelle idee e quelle convinzioni alle quali sono tentate di acconsentire.
RISPOSTE STORICHE: Il famoso giornalista Gandolin (1852 – 1906) si lamentava un giorno con un cameriere perché, secondo lui, il pesce non era fresco. “Impossibile, signore, l’abbiamo appena tolto dal ghiaccio”. “Allora, ribatté Gandolin, non era fresco il ghiaccio!”.
IL SAGGIO DICE: Si dovrebbe pensare più a far bene che a stare bene: e così si finirebbe anche per star meglio (Alessandro Manzoni).
Lo Sapevate
PAGARE (COMPERARE) A PESO D’ORO Si riferisce all’acquisto (o alla vendita) di un qualcosa, “a peso d’oro”, cioè pagando un prezzo pari a quanto costerebbe una quantità di oro di ugual peso. Si usa in frasi iperboliche, per indicare entità di prezzo carissimo. Tuttavia in tempi passati è stata una forma di pagamento reale. Nel diritto germanico, ad esempio, era stabilito che, in caso di omicidio, se i parenti della vittima fossero stati risarciti con il prezzo di tanto oro pari al prezzo del defunto/ defunta, essi avfebbero rinunciato alla vendetta. Anche certi rapimenti venivano riscattati in questa forma. In certi Paesi d’oriente c’era la consuetudine, in occasione della nascita di un figlio a qualche signorotto, di distribuire al popolo una quantità di monete pari al peso del neonato.
Specola
FENOMENI CELESTI: Mercurio è visibile all’alba per tutto il mese; Venere scompare nei bagliori dell’alba a inizio mese per ricomparire, in teoria, al tramonto a fi ne mese; Marte è teoricamente visibile al tramonto e solo nella prima quindicina. Giove è visibile nella prima parte della notte. Meglio Saturno che è visibile per tutta la prima parte della notte e buona parte della seconda.
MACCHIE SOLARI: ancora in aumento l’attività delle macchie solari.
MACCHIE SOLARI: ancora in aumento l’attività delle macchie solari.
TEMPESTE MAGNETICHE: risentiranno dell’aumentata attività solare anche i campi magnetici di tutto il sistema.
GIORNATE FAVOREVOLI: le variazioni magnetiche influiscono sullo stato psichico dei soggetti predisposti, soprattutto nella seconda metà del mese.
Pensiero Spirituale
Coloro che si fanno condurre dallo Spirito hanno idee lungimiranti. Ecco perché ci sono tanti ignoranti che la sanno più lunga degli eruditi (Santo Curato d’Ars).
Contattaci
Edizioni Frate Indovino
Via Marco Polo, 1 bis
06125 Perugia - ITALY
  Numero unico Servizio Clienti
(+39) 075 5069369
CHIUSO:
il venerdì pomeriggio,
il sabato e i giorni festivi
info@frateindovino.eu    Fax (+39) 075 5051533 
 
© 2011 Edizioni Frate Indovino - pi 00478700545