Il pensiero spirituale
Quanto più i giusti sono nell’innocenza, tanto più riconoscono la loro povera miseria e praticano l’umiltà senza la...
leggi tutto
L'ITALIA IERI E OGGI
Dopo quasi 160 anni di unità nazionale, l’Italia emerge ancora nell’immaginario collettivo entro una duplice serie di stereotipi opposti e contraddittori. Siamo accusati di essere confusionari, chiassosi, instabili, disorganizzati, poco rispettosi delle regole, faciloni… anche se è ampiamente riconosciuta la nostra creatività, la disponibilità, la genialità, la generosità, e il fatto di essere depositari di una cultura ultra millenaria, che si estende anche al settore della ristorazione. Durante tutti questi anni, ci ha accompagnato un’espressione attribuita a Massimo D’Azeglio: “Abbiamo fatto l’Italia, ora facciamo gli italiani”. Ma fare gli italiani non è poi così facile, ci vuole tempo ancora e chissà quanto. Avanti, dunque, ma facciamo attenzione che insieme agli italiani, non s’abbia a rifare anche l’Italia.

Conquiste di ieri e conquiste di oggi
Aumento record della disoccupazione tra le cicogne
Gennaio 2019
  • 1 m CAPODANNO
    Gennaio non lascia galline nel pollaio
    07.50
    16.46
  • 2 m
    Ss. Basilio Magno e Gregorio N. vescovi dottori


    Quando il Sol la neve indora - neve, neve e neve ancora
    07.50
    16.47
  • 3 g
    SS. Nome di Gesù

    S. Genoveffa vergine - S. Antero papa

    Ricchezza di nottata, o fortuna, o rubata
    07.50
    16.48
  • 4 v
    Ss. Ermete e Caio martiri

    S. Angela da Foligno francescana

    Chi sta in agio - non cerchi disagio
    07.50
    16.49
  • 5 s
    S. Emiliana vergine

    S. Edoardo III re - S. Deogratias vescovo

    Chi vuole che una cosa si faccia - cominci a usare le sue braccia
    07.50
    16.50
  • 6 d EPIFANIA
    Luna Nuova a h. 02.28
    07.50
    16.51
  • 7 l
    S. Luciano sacerdote martire

    S. Raimondo de Peñafort sacerdote

    Sotto il drappo tricolore qualche gioia e pur dolore
    07.50
    16.52
  • 8 m
    S. Paziente vescovo

    S. Lorenzo Giustiniani vescovo - S. Teofilo diacono martire

    Gloria mondana, fallace e vana
    07.50
    16.53
  • 9 m
    S. Adriano abate

    Ss. Agata e Teresa martiri

    Per chi va sotto terra - è finita la guerra
    07.49
    16.54
  • 10 g
    S. Domiziano vescovo

    S. Aldo eremita - S. Francesca di Sales Aviat vergine

    Il peggio è per chi va - chi campa si rifà
    07.49
    16.55
  • 11 v
    S. Igino papa

    S. Salvio martire - S. Onorata vergine - S. Paolino vescovo

    Anno nevoso - anno fruttuoso
    07.49
    16.57
  • 12 s
    S. Bernardo da Corleone francescano

    B. Antonio Fourier martire

    Se t’offendi dai ragione a chi t’insulta
    07.48
    16.58
  • 13 d BATTESIMO di GESÙ S. Ilario di Poitiers vescovo dottore
    Ogni legno ha il suo tarlo che sa come bucarlo
    07.48
    16.59
  • 14 l
    S. Glicerio diacono martire

    S. Potito martire - S. Fulgenzio vescovo

    Primo Quarto a h. 07.45
    07.47
    17.00
  • 15 m
    S. Mauro abate

    B. Angelo da Gualdo Tadino eremita - S. Arnoldo sacerdote

    Chi offende l’amico - non la risparmia al fratello
    07.47
    17.01
  • 16 m
    S. Marcello I papa

    Ss. Berardo e Compagni primi martiri francescani

    Non si compiange mai - chi va cercando guai
    07.46
    17.03
  • 17 g
    S. Antonio abate

    S. Gennaro sacerdote martire - S. Roselina vergine

    Dopo il contento - viene il tormento
    07.46
    17.04
  • 18 v
    Ss. Zenone e Compagni martiri

    S. Margherita d’Ungheria vergine

    Donna tra i figli - rosa tra i gigli
    07.45
    17.05
  • 19 s
    S. Mario martire

    S. Remigio vescovo - Ss. Faustina e Liberata vergini

    Chi è buono per natura - avrà la vita dura
    07.45
    17.06
  • 20 d 2ª p.a. S. FABIANO papa martire S. Sebastiano martire
    07.44
    17.08
  • 21 l
    S. Agnese vergine martire

    S. Epifanio vescovo - S. Fruttuoso martire

    Luna Piena a h. 06.15
    07.43
    17.09
  • 22 m
    S. Vincenzo diacono martire

    B. Laura Vicuña vergine

    Campana possente - lontana si sente
    07.42
    17.10
  • 23 m
    S. Emerenziana martire

    S. Amasio vescovo - S. Ildefonso martire

    La gatta dentro il fiume non riesce - per quanto nuoti, a diventare pesce
    07.42
    17.12
  • 24 g
    S. Francesco di Sales vescovo dottore

    S. Feliciano vescovo martire

    Chi non sa leggere la sua scrittura - è un somaro addirittura
    07.41
    17.13
  • 25 v
    Conversione di S. Paolo apostolo

    S. Anania

    Chi promette - in debito si mette
    07.40
    17.14
  • 26 s
    Ss. Timoteo e Tito vescovi

    S. Paola vedova - S. Teógene martire

    Tra stasera e domattina - non sarà pronto il Ponte di Messina
    07.39
    17.16
  • 27 d 3ª p.a. S. ANGELA Merici vergine francescana S. Vitaliano papa
    Ultimo Quarto a h. 22.10
    07.38
    17.18
  • 28 l
    S. Tommaso d’Aquino dottore

    B. Olimpia Bidà vergine martire

    Vizio per natura - fino alla morte dura
    07.37
    17.18
  • 29 m
    S. Costanzo vescovo martire

    S. Valerio di Treviri vescovo

    Gente allegra Dio l’aiuta
    07.36
    17.20
  • 30 m
    S. Giacinta Marescotti vergine francescana

    S. Martina martire

    Prima d’insegnare - vedi di imparare
    07.35
    17.21
  • 31 g
    S. Giovanni Bosco sacerdote

    S. Marcella vedova

    Chi ha Dio per nemico, è il più misero degli uomini
    07.34
    17.22
Coltivatori
La mala compagnia porta l’uomo a brutta via.
Carissimi amici coltivatori. Un giorno alcune stelle chiesero al Signore il permesso di recarsi sulla terra per fare conoscenza con gli uomini. Il Signore lo permise e disse loro: “Andate! Io vi mando con il colore e la grandezza con cui vi vedono gli uomini, così potrete rimanere quanto vorrete insieme a loro”. E vi fu una pioggia di stelle di tutti i colori che si posavano ovunque: sulle montagne, sugli alberi, sulle case, sui campanili… Dopo un po’ di tempo, però, le stelle decisero di tornare in cielo, e il Signore, nella Sua bontà, le accolse sorridente. Ma mentre rientravano in cielo, si accorse che ne mancava una. Allora chiese come mai non fossero al completo. Un angelo rispose che una stellina verde, la stella della speranza, era voluta rimanere. Si era accorta che sulla Terra c’erano tante cose belle, ma c’era anche tanta miseria e tanta sofferenza, e lei era rimasta per portare un po’ di speranza dove ce ne fosse stato bisogno. Cerchiamo anche noi di essere la stella della speranza per ogni persona che di speranza non ne ha più.
LAVORI DEL MESE Preparate terreni e terricci per le nuove colture. (Consultate il nostro libro: L’Orticello di Casa, pagg. 22-35). Disinfettate le piante da frutto (peschi, albicocchi, peri, meli, susini…) con poltiglia bordolese o calce idrata. Cominciate a prelevare le marze per gli innesti riponendole sotto sabbia in ambiente buio e freddo, o in frigorifero dentro una busta di plastica ben chiusa. Ricordatevi di bulbi e sementi in genere messi da parte per il prossimo anno. Mettete a punto attrezzature, impianti di sostegno e di copertura.
VIGNA E CANTINA Controllate il vino nuovo sempre pronti a rimboccare i contenitori. Se non avete fatto il primo travaso, provvedete quanto prima. Fate la prova all’aria per verificare la tenuta e il colore. Mantenete nella cantina una temperatura non superiore ai 18 °C. Giorni adatti per i travasi dal 1 al 7 e dal 21 al 31 del mese. Per approfondire le conoscenze dell’arte del vino fatto in casa richiedi il nostro bellissimo libro Vigna, Vino e Cantina al numero 075-5069369.
Dal libro delle Stelle
OLTRE LE NUVOLE Lo statistico francese Michel Gauquelin negli anni ’50 teorizzò il cosiddetto “effetto Marte” affermando che il Pianeta potesse influenzare le capacità atletiche delle persone. Applicando le sue conoscenze in campo statistico, considerò un campione di 570 atleti di successo e calcolò la posizione di Marte al momento della loro nascita. Il risultato dell’osservazione rivelò che la maggior parte degli sportivi era nato nel momento in cui Marte occupava una delle due posizioni fondamentali e cioè il suo sorgere oppure la sua massima elevazione in cielo. Secondo la stessa teoria lo studioso abbinò le posizioni di Saturno ai grandi fisici, quelle della Luna agli scrittori e così via. Commissioni di scienziati chiamati a giudicare il suo lavoro, però, screditarono i risultati considerandoli un errore statistico.
POSIZIONI PLANETARIE Il giorno 5 Mercurio passa in Capricorno e poi il 24 arriva in Acquario; il 30 è in congiunzione superiore col Sole. Il 6 Venere è alla massima elongazione occidentale e passa in Sagittario il giorno 7. Il 20 il Sole entra in Acquario. Il 1° del mese Marte passa in Ariete. Giove rimane in Sagittario, Saturno, che resta tutto l’anno in Capricorno, il 2 è in congiunzione col Sole; Urano rimane in Ariete e Nettuno in Pesci, tutto l’anno.
Donne
LA ZUCCA è originaria del Sud America e ne esistono tantissime varietà, alcune delle quali utilizzate solo a scopo ornamentale come, ad esempio, le zucche “a turbante”. La zucca va consumata quando è ben matura altrimenti risulta dura e dal sapore sgradevole. La dolcezza della polpa, infatti, arriva con la maturazione. Se la lasciate intera si conserva a lungo ma una volta aperta utilizzatela subito. Alcuni usano presentare le minestre di zucca all’interno di una grossa zucca svuotata che fa da zuppiera. Altre curiosità e consigli utili li trovi sul libro di Frate Indovino “In cucina non tutti sanno che…” ordinalo al numero: 075 5069369 oppure sul sito www.frateindovino.eu
Salute
DAI DENTI DEL COCCODRILLO Il gruppo di ricerca guidato dal Dr. Cheng-Ming Chuong della Keck School of Medicine della California studia da diversi anni i tessuti di embrioni di giovani esemplari di alligatore americano (Alligator mississippiensis) scoprendo che i denti di questi animali, una volta logorati o rotti, vengono sostituiti anche fi no a 50 volte. Quando il vecchio più esterno cade, il dente “di scorta” inizia a scendere e speciali segnali molecolari stimolano le cellule staminali a differenziarsi in cellule di nuovo tessuto dentale per crearne uno nuovo. Ciò aiuta non solo ad evitare protesi dentarie umane, ma anche a capire quegli strani casi di sovrapposizione di denti presenti in alcune persone.
Per Tutti
SORRIDIAMO CON I GRANDI DELLA STORIA Quando nella Camera dei Deputati c’era il letterato Giambattista Giorgini (1818 – 1905), che aveva sposato la fi glia di Alessandro Manzoni, tra gli Onorevoli di allora c’era anche il Marchese Lazzaro Negrotto che non aveva mai fatto parlare di sé, né tantomeno aveva mai parlato lui agli altri. Finalmente un bel giorno esordì con un lungo discorso che nessuno si sarebbe aspettato da quella bocca. In effetti l’Onorevole sorprese, e nello stesso tempo stancò, tutti i colleghi, tanto che il Deputato Giambattista Giorgini ci imbastì, seduta stante, questi versi: “L’Onorevole Negrotto / finalmente il ghiaccio ha rotto. / O Ragazzi, se la dura, / che rottura, che rottura!”. / Il testo fece subito il giro della Camera, suscitando allegre risate in tutti, compreso nell’interessato.
Voci che girano
Gli Italiani perdono le guerre come se fossero partite di calcio e le partite di calcio come se fossero guerre (Winston Churchill).
Gli italiani si governano da soli (Alberto Sordi).
Nessuno, come gli italiani, sa organizzare così bene le tempeste dentro ai bicchieri d’acqua (Paolo Sorrentino).
Italiani: dei buoni a nulla capaci di tutto (Leo Longanesi).
Strano paese il nostro. Colpisce i venditori di sigarette, ma premia i venditori di fumo (Indro Montanelli).
Il sogno americano è fare soldi e riuscirci; il sogno italiano è nascere da un padre ricco (Matteo Molinari).
L’Italia: culla del diritto, e del rovescio (Curzio Malaparte).
L’italiano è un popolo straordinario. Mi piacerebbe tanto che fosse un popolo normale (Altan).
Fare gl’Italiani doveva rivelarsi impresa molto più difficile che fare l’Italia. Tant’è vero che vi siamo ancora impegnati (Indro Montanelli).
L’umiltà è una virtù stupenda. Il guaio è che molti italiani la esercitano nella dichiarazione dei redditi (Giulio Andreotti).
Qui lo dico e qui lo nego. In questa frase c’è tutta l’Italia (Giuseppe Pontiggia).
In Italia nulla è stabile, fuorché il provvisorio (Giuseppe Prezzolini).
L’Italia confina col paradosso. E sconfina nell’incredibile (Stellario Panarello).
Novanta italiani su cento, rivela un sondaggio inglese, preferiscono la cucina nazionale a tutte le altre: nessun stomaco, in Europa, è altrettanto patriottico (Beppe Severgnini).
L’italiano sale sempre sul carro del vincitore, ma è prontissimo a scendere in corsa, se si accorge di avere sbagliato carro (Cesare Marchi).
Pensiero Spirituale
Siamo piccoli bambini, non sappiamo camminare sulla via del cielo, titubiamo, cadiamo, se la mano del Signore non è lì a sostenerci (Santo Curato d’Ars).
Grillo Sparlante
Le frasi di un adulatore sono composte da un soggetto, da un verbo e da un complimento.
Non c’è più pigro di colui che non fa oggi quello che può non fare domani.
La giustizia oggi ti considera colpevole finché non è stata accertata l’entità del tuo conto in banca.
Era talmente brutto che fissava tutti i suoi appuntamenti a notte fonda.
Dalla Bisaccia di Frate Indovino
RISOTTO ALL’ACETOSA - Ingredienti: 350 gr di riso per risotti - 300 gr di foglie di acetosa (Rumex acetosa) – 1 cipolla - 1 litro di brodo vegetale - mezzo bicchiere di vino bianco - 50 gr di burro - una bella spolverata di parmigiano grattugiato - olio extrav. - sale e pepe.
- Procedimento: rosolate in poco burro le foglie di acetosa tagliuzzate finemente - tostate il riso in una casseruola con la cipolla rosolata in olio extrav. - aggiungete le foglie di acetosa - sfumate con il vino bianco - allungate con il brodo bollente e portate a cottura sempre mescolando - mantecate con il parmigiano e il burro e servite. [cfr. il nostro libro Curarsi a Tavola - Ricette facili con erbe offi cinali pag. 25]
Specola
ECLISSI: Durante il mese si avranno ben due eclissi. Il 6 eclisse parziale di Sole visibile dall’Asia nordorientale e dal Pacifico settentrionale. Il massimo avverrà alle 2:43 ore italiane. Il 21 si verificherà un’Eclissi totale di Luna visibile dal centro Pacifico, dalle Americhe, dall’Europa e dall’Africa. Il massimo sarà alle 6:13 ora italiana e la durata della totalità sarà di un’ora e 2 minuti.
FENOMENI CELESTI: nel mese Mercurio risulterà visibile all’alba fi no alla seconda decade; Venere è nelle migliori condizioni di visibilità, sempre all’alba; Marte è visibile nella prima parte della notte, Giove nella parte terminale. Saturno è invisibile, salvo forse gli ultimi giorni del mese, all’alba.
MACCHIE SOLARI: in forte ripresa alla fine del mese, con formazione di macchie ben visibili.
TEMPESTE MAGNETICHE: derivano dall’attività solare e influenzano le condizioni meteo dell’ultima decade.
GIORNATE FAVOREVOLI: da metà mese i soggetti predisposti risentiranno dei particolari influssi magnetici del Sole.
Vedo Prevedo Travedo
L’arte di essere saggi è l’arte di capire a che cosa si può passar sopra (William James).
RISPOSTE STORICHE: A Papa Giovanni XXIII fu chiesto: “Quante persone lavorano in Vaticano?”. Il Papa rispose: “Circa la metà!”.
IL SAGGIO DICE: Se c’è un rimedio, perché te la prendi? E se non c’è un rimedio, perché te la prendi? (Proverbio cinese).
Lo Sapevate
TENERE IL PIEDE IN DUE STAFFE Restare in attesa prima di scegliere tra due parti in contrasto per non inimicarsi nessuna delle due; non prendere posizione tra due persone, o fazioni, o situazioni in conflitto tra loro; trovarsi in una situazione di difficile compromesso; fare il doppio gioco tra due opportunità diverse, in modo di trarne vantaggio da ambedue. Si ricollega al modo di viaggiare di un tempo, quando si affrontavano i lunghi viaggi con due cavalcature, in modo da montarle alternativamente evitando così di far stancare troppo gli animali. Equivale al latino duabus sedere sellis (sedere su due sedie).
Contattaci
Edizioni Frate Indovino
Via Marco Polo, 1 bis
06125 Perugia - ITALY
  Numero unico Servizio Clienti
(+39) 075 5069369
CHIUSO:
il venerdì pomeriggio,
il sabato e i giorni festivi
info@frateindovino.eu    Fax (+39) 075 5051533 
 
© 2011 Edizioni Frate Indovino - pi 00478700545