Il pensiero spirituale
Continua a credere anche quando la strada si fa oscura. Non dubitare: la sua presenza non verrà mai meno.
leggi tutto
A scuola con il nonno
I genitori di Manuel e Barbara (6 e 2 anni) si sono decisi un po’ tardi, ma poi hanno sfornato ugualmente due splendidi gioielli. Lavorano entrambi, ma per stare dietro il più possibile ai bambini, la mamma ha deciso di prendere un lavoro part time. Tuttavia qualche volta deve chiedere aiuto ai nonni che, inutile dirlo, sono sempre disponibili. Quando per Manuel è scattata la scuola dell’obbligo, la mamma ha preso qualche giorno di ferie per seguire di persona l’impatto del suo bambino con il “pianeta scuola”. Poi, dopo qualche tempo, è subentrato il nonno che ogni mattina si carica lo zainetto in spalla e, tenendo ben ferma la manina di Manuel nella sua, si incamminano insieme verso la scuola. Una mattina, arrivando nel piazzale antistante la scuola, Manuel ha visto il suo amichetto Luca. D’istinto ha lasciato la mano del nonno, lo ha salutato con un bacetto frettoloso, è corso da Luca ed insieme sono scomparsi dentro la porta della scuola. Il nonno è rimasto un attimo a guardare, poi con un sospiro velato di malinconia, ha mormorato: “Bisogna che loro crescano e noi diminuiamo!”. Manuel si è trovato molto bene a scuola: vivace, attivo, socievole, sicuro di sé e per niente aggressivo. Di intelligenza pronta e fantasia sbrigliata. Si sono dimostrate utili le attenzioni usate nel periodo dell’infanzia: tanto affetto, ma senza debolezze, una disponibilità totale sia nel giocare con lui, che nell’ascoltarlo, nel dialogare, nel creare interattività, anche nell’ammorbidimento delle necessarie regole. “Ora speriamo che la scuola faccia il resto”, pensa il nonno tornando a casa. “Bisognerà comunque continuare a seguirlo, ad ascoltarlo, ad aiutarlo ad entrare in questo non facile mondo… Avrà bisogno di essere accompagnato quando farà i compiti… Forse bisognerà permettergli di invitare gli amichetti a casa, si sentirà importante… Poi c’è la nonna che fa una pizza così buona… Sta crescendo anche la piccolina che segue a ruota!... Coraggio, nonni: non c’è proprio da annoiarsi”.

Nonni e Nipoti
“Vedi, nonnina, quando tu mi tieni così io mi accoccolo tranquilla, perché mi sento proprio al sicuro”.
Maggio 2018
  • 1 m S. GIUSEPPE artigiano
    L’innocenza non ha bisogno di bucato
    06.08
    20.16
  • 2 m
    S. Atanasio vescovo dottore

    S. Antonino vescovo

    L’ingegno è il capitale dei poveri
    06.06
    20.17
  • 3 g
    Ss. Filippo e Giacomo apostoli

    S. Giovenale vescovo

    L’invidia è la vendetta degli incapaci
    06.05
    20.18
  • 4 v
    S. Floriano martire

    Ss. Agapio e Secondino vescovi martiri

    Guai a quell’anno che l’uccel non fa danno
    06.04
    20.19
  • 5 s
    S. Gioviniano martire

    S. Angelo martire - S. Geronzio vescovo

    Calura che monta - burrasca già pronta
    06.02
    20.21
  • 6 d 6ª Pasq. S. VENERIO vescovo S. Mariano martire - S. Benedetta vergine
    Se canta il gallo fuor dell’ora - il tempo buono va in malora
    06.01
    20.22
  • 7 l
    S. Domitilla martire

    S. Rosa Venerini vergine - B. Gisella badessa

    Il biasimo dei tristi non offende - mentre all’onesto buon servizio rende
    6.00
    20.23
  • 8 m
    S. Vittore martire

    S. Bonifacio IV papa

    Ultimo Quarto a h. 04.08
    05.59
    20.24
  • 9 m
    S. Dionigi vescovo

    S. Isaia - S. Pacomio abate

    Su epitaffi e manifesti - sono sempre tutti onesti
    05.57
    20.25
  • 10 g
    S. Cataldo vescovo

    S. Giobbe - Ss. Alfi o e Compagni martiri

    Onestà malattia rara, ma non contagiosa
    05.56
    20.26
  • 11 v
    S. Ignazio da Làconi francescano

    S. Gualterio sacerdote

    Non tutti i puritani han pulite le mani
    05.55
    20.27
  • 12 s
    S. Pancrazio martire

    S. Leopoldo Mandic´ francescano - S. Germano vescovo

    L’onestà fa l’onore - la volontà il valore
    05.54
    20.29
  • 13 d 7ª Pasq. ASCENSIONE di Nostro Signore Gesù Cristo
    Chi ha il timor di Dio ha la vera sapienza
    05.53
    20.30
  • 14 l
    S. Mattia apostolo

    S. Teodora Guérin vergine - S. Ponzio martire

    Quando un padre è troppo buono - i figli non lo sono
    05.52
    20.31
  • 15 m
    S. Dionisia martire

    S. Achilleo vescovo - S. Severino vescovo

    Luna Nuova a h. 13.47
    05.51
    20.32
  • 16 m
    S. Ubaldo vescovo

    Ss. Fiorenzo e Diocleziano martiri - S. Onorato vescovo

    Anche un padre può dai fi gli - aver ottimi consigli
    05.50
    20.33
  • 17 g
    S. Pasquale Baylon francescano

    S. Giulia Salzano vergine

    Se guadagni 8 e spendi 9, te n’accorgi l’inverno quando piove
    05.48
    20.34
  • 18 v
    S. Felice da Cantalice francescano

    B. Blandina vergine

    Chi dà e poi toglie - il diavolo lo raccoglie
    05.48
    20.35
  • 19 s
    S. Ivo sacerdote

    S. Crispino da Viterbo francescano - S. Celestino V papa

    La cattiva fama corre - la buona dorme
    05.47
    20.36
  • 20 d PENTECOSTE S. Bernardino da Siena sacerdote
    05.46
    20.37
  • 21 l
    Ss. Cristoforo Magallanes e Compagni martiri


    Chi non prova la disgrazia - non apprezza la fortuna
    05.45
    20.38
  • 22 m
    S. Rita da Cascia vedova

    S. Giulia vergine martire

    Primo Quarto a h. 05.49
    05.44
    20.39
  • 23 m
    S. Desiderio vescovo martire

    S. Eutizio abate - Ss. Lucio e Compagni martiri

    Chi tratta schiettamente, è caro ad ogni gente
    05.43
    20.40
  • 24 g
    BEATA VERGINE MARIA Ausiliatrice

    S. Servulo mARTIRE

    Aiutaci Vergine Maria - dandoci sollievo in ogni malattia
    05.42
    20.41
  • 25 v
    S. Beda dottore

    S. Adelmo vescovo - S. Maria Maddalena de’ Pazzi vergine

    Sdegno di uomo mite, divien furore
    05.41
    20.42
  • 26 s
    S. Filippo Neri sacerdote

    S. Felicissima martire - S. Prisco martire

    In cent’anni e cento mesi - torna l’acqua ai suoi paesi
    05.41
    20.43
  • 27 d 8ª p.a. SS. TRINITÀ S. Agostino vescovo - S. Gonzaga Gonza martire
    Te lodiamo Trinità - per l’immensa Tua bontà
    05.40
    20.44
  • 28 l
    S. Ubaldesca vergine

    S. Giusto vescovo - B. Margherita Pole martire

    Aprile e Maggio - pane e formaggio
    05.39
    20.45
  • 29 m
    S. Orsola vergine

    B. Elia di San Clemente - S. Bona vergine

    Luna Piena a h. 16.19
    05.39
    20.46
  • 30 m
    S. Ferdinando III re

    S. Giovanna d’Arco vergine martire

    È più facile che una formica mangi un tordo che nuora e suocera vadano d’accordo
    05.38
    20.46
  • 31 g
    Visita Beata Vergine Maria a S. Elisabetta

    S. Petronilla vergine martire

    Dove tuona un fatto, ha lampeggiato un’idea
    05.38
    20.47
Coltivatori
Chi prima non pensa, all’ultimo sospira.
LAVORI DEL MESE. Proseguite la battaglia a parassiti ed erbe infestanti. Togliete le protezioni invernali. Eliminate i succhioni da viti, olivi, piante da frutto. Siate puntuali e regolari nei trattamenti. Continuate semine e trapianti innaffi ando e assicurando i necessari sostegni.
ORTO. Ridate terra alle patate. Dalla seconda metà del mese seminate i gobbi (cardi). Cimate cocomeri e meloni dopo la terza foglia. Semine e trapianti in terreno aperto: fagiolini di ogni tipo; peperoni, melanzane, pomodori; basilico, prezzemolo, sedano; carote, ravanelli, rucola, lattughe di ogni tipo; bieta, cavoli estivi e autunnali; rape; zucche, zucchine, cetrioli, meloni, cocomeri.
GIARDINO. Terminate la messa a dimora dei crisantemi. Finite di sistemare le piante che avevate messo a riparo per l’inverno. Ripulite arbusti e bulbose, man mano che sfi oriscono. Concludete i trapianti delle specie semirustiche a decorso annuale. Continuate a sfalciare il tappeto erboso.
VIGNA E CANTINA. Eliminate i succhioni che spuntano sul vecchio, operazione da protrarre fi no a tutto Luglio. Fate i regolari trattamenti contro peronospora, oidio e altre possibili infezioni. Con temperature basse e piogge frequenti, infi ttite i trattamenti. In casi di grandine, intervenite con dosi abbondanti di prodotti a base di rame. In cantina fate sempre attenzione ai livelli dei vasi vinari; mantenete la temperatura al di sotto dei 18 °C. Giorni adatti per i travasi: dal 1° al 15 e dal 29 al 31 Maggio.
Dal libro delle Stelle
OLTRE LE NUVOLE. I padri dell’astronomia – Niccolò Copernico (1473-1543) è stato un astronomo polacco che, riprendendo la teoria di Aristarco di Samo, portò all’affermazione del modello eliocentrico attraverso rigorose dimostrazioni di carattere matematico. La sua teoria, che propone il Sole al centro del sistema dei pianeti componenti il sistema solare, si oppone a quella geocentrica di Tolomeo che voleva invece la Terra al centro del sistema.
POSIZIONI PLANETARIE. Il giorno 9 del mese Giove sarà all’opposizione. Il 13 Mercurio passerà in Toro raggiunto il giorno 15 da Urano. Il 16 Marte sarà in Acquario, il 19 Venere entrerà in Cancro. Il Sole passerà in Gemelli il giorno 20, dove passerà anche Mercurio il giorno 30. Permangono Giove in Scorpione, Saturno in Capricorno, Nettuno in Pesci.
Donne
COTTURA. Per cuocere la pasta secca considerate valide le seguenti dosi: per ogni 100 grammi di pasta 1 litro di acqua e 12 grammi di sale grosso. Aggiungete il sale solo quando l’acqua ha già raggiunto il bollore. Dopo aver messo il sale aspettate un paio di minuti prima di buttare la pasta quindi alzate il fuoco per non perdere il bollore. Evitate di raffreddare la pasta appena scolata con acqua fredda, ne rovinerete il sapore. Riscaldate sempre sia il piatto di portata che i piatti individuali affi nché la pasta non soffra uno sbalzo termico.
Salute
Ci sono farmaci che come effetto principale hanno gli effetti collaterali (Gerhard Uhlenbruck).
CACCIALEPRE. È sicuramente una delle piante più raccolte e conosciute in cucina, anche perché molto comune e disponibile per gran parte dell’anno. Le foglie giovani e tenere si consumano perlopiù crude in insalata, mescolate ad altre essenze, nelle più classiche misticanze, condite con sale, olio extravergine di oliva e aceto o succo di limone. Può esercitare azione alcalinizzante, diuretica, rinfrescante, depurativa, analgesica, antiscorbutica. Le foglie crude masticate lentamente alleviano il mal di denti e il mal di testa. Dal nostro volume: “Curarsi a Tavola – Ricette facili con erbe offi cinali”.
Sorridere
Dal dentista: “Dottore, ho un dente che mi fa tanto male, cosa mi consiglia di fare?”. “Se fosse il mio lo toglierei subito”. “Grazie ... anch’io lo toglierei, se fosse il suo”.
Per Tutti
DUE VERI AMICI. Il piccolo Giovanni e l’amico Tommaso erano arrivati insieme nell’istituto per bambini senza famiglia ed erano diventati inseparabili. Giovanni, piccolo di statura, timido, con una malformazione alla gamba che lo rendeva claudicante. Tommaso, intelligente, robusto, leale, era l’angelo custode di Giovanni: lo aiutava, lo proteggeva, gli stava sempre vicino. Un giorno il medico dell’istituto disse a Tommaso: “Sei un bravo ragazzo. Verresti ad abitare un po’ di tempo con noi? Io e mia moglie siamo senza fi gli. Potremmo pensare anche ad una adozione”. “Oh, sì, certo signore!”, rispose il ragazzo. Poi pensò a Giovanni, aggrottò la fronte e soggiunse: “Vi ringrazio… vi ringrazio tanto, signore. Credo però che… che non sia possibile”. “Neanche se prendessimo pure Giovanni?”. Tommaso guardò l’uomo trasecolato, poi si mise a piangere. Ma i suoi occhi brillarono di gioia.
Pensiero Spirituale
Se ci avventurassimo di più sulle semplici promesse di Dio, entreremmo in un mondo meraviglioso che ancora non conosciamo.
Grillo Sparlante
C’era un tale che faceva campane e campanelle per i cimiteri, ma le faceva senza battaglio: “Tanto”, diceva, “se suonate vi viene ad aprire qualcuno?”
La burocrazia è direttamente proporzionale all’ineffi cienza di uno Stato che vuole apparire inappuntabilmente efficiente.
Dopo tutti gli scandali emersi, senza contare quelli rimasti sommersi, il risanamento delle Istituzioni è ancora affi dato alla compagnia del brontolo.
Dalla Bisaccia di Frate Indovino
SALSA ALLA FIORENTINA. - Ingredienti: capperi - cipolla - aglio - salvia - basilico - prezzemolo - olio extrv. di oliva - limone - sale e pepe -
- Procedimento: tritate fi nemente 50 gr di capperi, una cipollina, uno spicchio di aglio schiacciandolo con la lama di un coltello - unite un bel pizzico di prezzemolo e qualche foglia di salvia e di basilico tritate fi nemente - diluite il trito con due cucchiai di olio e, in un secondo momento, il succo di un limone, sale e pepe - amalgamate bene e servite - Per pesce lesso, carne bianca, uova.
Specola
FENOMENI CELESTI: Mercurio è visibile praticamente tutto il mese, all’alba. Venere è sempre più brillante la sera. Marte è visibile nella parte terminale della notte. Giove è visibile tutta la notte solo nella prima parte del mese; alla fi ne tramonta prima dell’alba. Saturno a metà mese sorge intorno alla mezzanotte poi anticipa sempre più la sua levata.
MACCHIE SOLARI: in aumento da metà mese con nuovi gruppi in formazione.
TEMPESTE MAGNETICHE: intensifi cate dopo la metà del mese dalle nascenti macchie solari.
GIORNATE FAVOREVOLI: nell’intero mese; fasi alternanti per soggetti meteoropatici.
Vedo Prevedo Travedo
I NONNI PREVEDONO: Quando la paura ti farà prigioniero, soltanto la speranza ti renderà libero.
IL SAGGIO DICE: La speranza ha due bellissimi fi gli: lo sdegno e il coraggio. Lo sdegno per la realtà delle cose, il coraggio per cambiarle (Agostino d’Ippona).
Dove è disperazione, che io porti la speranza (Francesco di Assisi).
Per essere felice, togli le parole “se soltanto” e sostituiscile invece con le parole “la prossima volta” (Smiley Blanton).
PROVERBI DAL MONDO: Un vittorioso è un sognatore che non si arrende (Proverbio africano).
Lo Sapevate
ATTACCARE IL CAMPANELLO AL COLLO DEL GATTO. Elaborare un piano in teoria perfetto, chiarissimo ed effi cace, ma in pratica diffi cilissimo o impossibile da realizzare. Il detto si ricollega ad una favola di La Fontaine. L’autore racconta che un giorno i topi, approfi ttando dell’assenza del gatto, si riunirono in assemblea e decisero di attaccare un campanello al collo del gatto per essere avvertiti della sua presenza. “Bene! Bravo! Bravissimo! Stupendo!!!...”, ma all’atto pratico, non si trovò nessuno che avesse avuto il coraggio di andare ad attaccare il campanello al collo del terribile nemico.
Contattaci
Edizioni Frate Indovino
Via Marco Polo, 1 bis
06125 Perugia - ITALY
  Numero unico Servizio Clienti
(+39) 075 5069369
CHIUSO:
il venerdì pomeriggio,
il sabato e i giorni festivi
info@frateindovino.eu    Fax (+39) 075 5051533 
 
© 2011 Edizioni Frate Indovino - pi 00478700545