Servizio Clienti (+39) 075 5069369
Email info@frateindovino.eu

Almanacco

Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic
Cover Archivio

CALENDARIO 2022

LA VIA DI TERRA

Il Cammino dell'Umanità

"La più grande invenzione è stata la ruota (3500 a.C.)".

I primi mezzi di trasporto che l'uomo ha iniziato ad usare sono stati gli animali: i buoi per trainare l'aratro e l'asino per spostarsi da un luogo all'altro e per trasportare materiali. I primi veicoli invece furono delle rudimentali slitte ricavate da tronchi di albero. Ma la più grande invenzione è stata la ruota (3500 a.C.) che permise di usare il cavallo per i trasporti e favorì i contatti tra popolazioni lontane e gli scambi commerciali. Per oltre 5000 anni i mezzi di trasporto su strada più efficienti rimasero i carri e le carrozze trainati da buoi o da cavalli. Nel XV secolo per il trasporto di merci e di passeggeri fu introdotto l’uso delle diligenze. Una prima vera rivoluzione nei sistemi di trasporto si ebbe attorno al 1780 quando James Watt costruì i primi motori a vapore, da cui trassero vantaggio innanzitutto i trasporti ferroviari, che usavano le rotaie per far spostare i veicoli, trainati da locomotive. La prima ferrovia pubblica fu inaugurata in Inghilterra nel 1825. La storia dell’autocarro, come quella dell’auto, inizia nel 1876 con l’invenzione del motore a scoppio a quattro tempi. In questo stesso periodo vedono la luce anche altri mezzi di trasporto come la bicicletta e la motocicletta. Grazie alla produzione industriale la bicicletta si sostituì progressivamente al cavallo, ma, soprattutto divenne accessibile anche ai ceti più poveri. Ripercussioni simili ebbe l’invenzione del motore a benzina. Le automobili sostituirono le carrozze diventando beni di massa usati da un numero sempre crescente di persone. La diffusione delle auto provocò anche un mutamento sostanziale nella società, e in particolare nell’urbanistica. Sorse infatti un sistema capillare di strade che, a sua volta, influenzò il trasporto delle merci sostituendo la via ferrata con il trasporto su gomma. Oggi però il settore dei trasporti a cui siamo abituati sta subendo importanti cambiamenti. Non è più possibile prescindere dal tema ambientale per cui la mobilità del futuro dovrà essere necessariamente “green” ed andare di pari passo con gli sviluppi eco-sostenibili, quali lo studio di nuove tecnologie e nuove tipologie di carburante al fine di ridurre al minimo le emissioni.

La più grande invenzione è stata la ruota (3500 a.C.)
In Luglio è ricca la terra, ma povero il mare.
GIARDINO Tappeto erboso: aumentate l’altezza di sfalcio, concimate con prodotti a lenta cessione, innaffiate abbondantemente ma di rado. Dalla fine di questo mese iniziate la semina di fiori annuali e biennali (primule, viole, violacciocche, myosotis, ecc...). Continuate a sfoltire le chiome delle piante acidofile. Proteggete le piante in vaso dall’eccessiva insolazione. Innaffiate evitando ristagni d’acqua e concimate spesso.
ORTO Date acqua per irrigazione, evitando i momenti più caldi. Dedicatevi alla conservazione dei vostri prodotti, sia in congelatore, sia in vaso. Raccogliete aglio e cipolla. Seminate: bieta, radicchi, indivie, cicorie, lattughe, finocchi, cavoli autunno-invernali. Raccogliete le patate, separando quelle ammaccate o tagliate.
FRUTTETO Eliminate quanto prima i succhioni che non vi serviranno a formare nuovi rami. Dedicatevi alla raccolta dei frutti, ricordando di sospendere le irrigazioni 4-5 giorni prima. In caso di forti grandinate, non tagliate i rami, né le foglie; eliminate solo i frutti irrecuperabili (per ridare forza alla pianta) ed eseguite concimazioni fogliari.
OLIVO Particolare attenzione è necessaria (nel periodo seguente la fioritura e l’allegagione) alle esigenze idriche delle vostre piante. La siccità provoca la caduta dei frutti e non permette l’assorbimento degli elementi nutritivi. Innaffiate, quindi, specialmente su terreni poveri, o sostituite con concimazioni fogliari. Eliminate i succhioni. Controllate gli innesti.
VIGNA E CANTINA Nel mese di Luglio, circa 20 giorni prima dell’invaiatura, sospendete ogni forma di potatura verde (scacchiatura, cimatura, defogliazione), al fine di garantire ai grappoli un sufficiente apparato fogliare per maturare. Per l’irrigazione preferite gli impianti a goccia, i quali offrono notevoli vantaggi. Occhio alle malattie tipiche del periodo: peronospora, oidio, botrite. In cantina Controllate settimanalmente i livelli dei recipienti e, se necessario, rimboccate. Verificate le coperture con olio enologico. Cambiate mensilmente le pastiglie antifioretta. Per i travasi utilizzate i giorni dal 13 al 28 del mese.
OLTRE LE NUVOLE Grazie ai miglioramenti apportati al cannocchiale, Galileo si era reso conto che la Via Lattea altro non era che un enorme agglomerato di stelle minute, verosimilmente più lontane delle altre. Sorgeva a questo punto la domanda su dove ci collocavamo noi col nostro Sole. Era evidente già ad occhio nudo che la distribuzione si addensava su un piano, quello che verrà poi denominato piano galattico. L’astronomo tedesco, naturalizzato inglese, William Herschel (1738-1822) riuscì a costruire il più grande telescopio al mondo per quel tempo e a dare un abbozzo di quella che verrà poi chiamata Galassia. Anche se si tratta di un disegno un po’ primitivo la forma rotondeggiante ed un po’ schiacciata era già delineata. Da un lato si protendeva un braccio, mentre dalla parte opposta due paralleli. Il Sole si collocava grosso modo al centro. Questi studi pionieristici saranno poi ripresi ed ampliati dal figlio John.
POSIZIONI PLANETARIE Il giorno 5 Mercurio entra in Cancro, per essere in congiunzione superiore col Sole il 16; quindi il 19 passa in Leone. Il 18 Venere entra in Cancro. Il Sole si sposta in Leone il giorno 22. Il 5 del mese Marte entra in Toro. Giove staziona in Ariete e dal 29 diventa retrogrado. Permangono Saturno, Urano e Nettuno rispettivamente in Acquario, Toro e Pesci.
FRANCA VIOLA (1948). La sua vicenda si svolse in Sicilia nel 1965 quando, all’età di 17 anni, venne rapita e violentata dal rampollo di una famiglia di mafiosi. Secondo il codice penale italiano (articolo 544, abrogato solo nel 1981) era prevista l’estinzione del reato per l’autore e i suoi complici, in caso di nozze tra la vittima e il carnefice. Per la mentalità del tempo tale rimedio, non solo assolveva il colpevole, ma evitava alle donne la vergogna e il disonore sociale. Franca però vi si oppose con grande coraggio, conscia del fatto che “l’onore lo perde chi le fa certe cose, non chi le subisce”. Portò il suo aguzzino in tribunale per un processo che ebbe un’enorme eco nazionale. Per tale motivo, nel 2014 è stata insignita dell’onorificenza di Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.
Sieti pigri e non vi va di correre? Fatevi contagiare! Se non basta una bella giornata di sole per scuotervi dal divano, lasciatevi ispirare dagli amici. Secondo dati statistici riconosciuti, lo stimolo a fare jogging è contagioso, soprattutto tra gli uomini. Sarà per il meccanismo dell’emulazione, sarà per la spinta competitiva, ma quando un vostro amico, o una vostra amica, esce di casa per andare a correre, sarete influenzati a seguirne l’esempio e ad aumentare la vostra attività fisica.
SALUTO Quando si giunge tra delle persone è sempre bene salutare e, se necessario, presentarsi. Si fa eccezione per una visita di condoglianze o un funerale. Generalmente sono le persone più giovani che si presentano a quelle più anziane o comunque più importanti. Vanno bandite formule preconfezionate come “Piacere”, ma semplicemente va dichiarato il proprio nome e poi il cognome. All’atto del congedo, semmai, esprimete il vostro: “Molto lieto”, unico momento in cui si saprà se l’incontro è stato veramente più o meno… lieto.
“Sarebbe bello se l’universo ci fornisse una traccia evidente, magari una bussola gigantesca che indica la direzione da prendere! In effetti, la bussola c’è: per trovarla dobbiamo solo guardare nel profondo del nostro essere e scoprire il desiderio più puro della nostra anima, il suo sogno per la nostra vita” (Deepak Chopra).
Assicurati che la candela sia accesa, prima di spegnere il fiammifero.
Sii umile perché sei fatto di terra, sii nobile perché sei fatto di stelle.
Se ci si riflette è sempre più vero che meno si sa, meglio si sta.
La maggior parte delle persone sono portatori sani di punti di vista, non di verità assolute!
A volte pensi che la partita contro i problemi del vivere sia finita… e poi l’arbitro ti manda ai supplementari…
«Amore, quanto mi ami da 1 a 10?». «Da 1 a 10 tantissimo, ma dall’11 al 31 sono all’Elba».
CARLINA SOTT’OLIO - Ingredienti: 8 ricettacoli di carlina; 1/2 litro d’aceto; chiodi di garofano; alloro; olio evo; sale.
- Esecuzione: pulite i ricettacoli di carlina e lasciateli interi. Bolliteli in aceto diluito con acqua, assieme ai chiodi di garofano, sale e alcune foglie di alloro. Quando saranno teneri ripescateli e lasciateli raffreddare senza asciugarli. Disporli nei vasi affogandoli con l’aceto di bollitura freddo. Coprite con olio e chiudete ermeticamente.
FENOMENI CELESTI Mercurio è ancora teoricamente visibile all’alba nella prima decade e al tramonto negli ultimi giorni del mese. Venere per quasi tutto il mese sorge prima delle 04.00 e resta visibile fino all’aurora. Marte sempre meglio visibile nella seconda parte della notte. Giove a metà mese sorge a mezzanotte e resta visibile per tutta la seconda parte, anche Saturno sempre meglio visibile nella seconda parte della notte.
MACCHIE SOLARI l’attività tende ad attenuarsi.
TEMPESTE MAGNETICHE previste deboli alterazioni che non turbano il quadro meteorologico.
GIORNATE FAVOREVOLI per tutto il mese, segnatamente nella seconda metà.
GIORNALISTI Ai giorni nostri, non esiste un fatto che non sia filmato o fotografato nel momento in cui accade da almeno un telefonino. Pubblicato nel Web, ed “esploso” in tutto il mondo, dopo mezz’ora il fatto non è più una notizia, ma rientra nell’ambito della storia. Cos’ha da aggiungere il giornalista (o ancor più l’inviato) nei quotidiani che vengono stampati il giorno dopo?!
COME SARÀ Costellato di fake news (notizie false, fasulle, infondate) il mondo dell’informazione via Web non offre – nella totalità dei casi – nessuna garanzia riguardo l’esatta corrispondenza della notizia con il dato oggettivo. Spinto dall’Ordine dei Giornalisti anche tramite una formazione continua obbligatoria, il professionista dell’informazione dovrà sempre più apporre il suo nome come garanzia della corrispondenza con il fatto accaduto.
Il cervo nell’iconografia medievale, compare spesso aggredito da predatori a significare che l’anima del credente anela a Dio, ma la carne è debole e può cadere preda del peccato. La celebre espressione “Come una cerva anela ai corsi d’acqua, così l’anima mia anela a te, o Dio” (Salmo 42), ne ha fatto il simbolo di chiunque sia alla ricerca di Dio. Il maschio, caratterizzato dalle corna, è attributo di san Giuliano l’Ospitaliere (un cervo gli predisse che avrebbe ucciso inconsapevolmente il padre e la madre). Secondo la tradizione agiografica, ispirata alla leggenda della conversione di sant'Eustachio (secc. I-II), sant'Uberto (secc. VII-VIII) ebbe la visione di un crocifisso tra le corna di un cervo, che lo avrebbe invitato a convertirsi. Sant'Egidio (secc. VII-VIII) si era ritirato a vivere come eremita, in compagnia di una cerva che gli offriva il suo latte.

Calendario

Richiedi subito la tua copia del Calendario

Sono presenti degli errori. Assicurati che i campi siano completi e corretti e reinvia il modulo.
Grazie ! La tua richiesta è stata inoltrata con successo. Ti contatteremo al più presto.