Servizio Clienti (+39) 075 5069369
Email info@frateindovino.eu

Almanacco

Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic
Archivio

CALENDARIO 2022

L’HOMO SAPIENS

Il Cammino dell'Umanità

"L’homo sapiens (l’essere umano moderno)".

Il cammino dell’homo sapiens (cioè dell’essere umano moderno) iniziò quando le scimmie antropomorfe si alzarono in piedi e cominciarono a camminare su due zampe. Aver liberato due arti aiutò l’homo sapiens a costruire oggetti per risolvere i suoi problemi e bisogni quotidiani (cacciare, scavare, tagliare, difendersi, ripararsi dal freddo). Nel tempo l’homo sapiens inventò nuovi strumenti sempre più raffinati, utilizzando tutti i materiali che l’ambiente gli offriva; perfezionò la lavorazione della pietra, soprattutto la selce e l’ossidiana, con cui produceva punte di frecce, asce, lance, bulini (punteruoli) per bucare e incidere le pelli, gli ossi o il legno. Imparò ad accendere il fuoco utilizzando le pietre focaie. L'homo sapiens viveva in gruppo ed era nomade. Gli uomini erano cacciatori di grandi animali come i mammut, gli orsi e i bisonti, ma sapevano anche pescare nei fiumi. Le donne si dedicavano in particolare alla raccolta di frutta ed erbe e al confezionamento di abiti. L'homo sapiens fu il primo a seppellire i propri morti, attenendosi a riti che fanno presumere che credesse in una vita dopo la morte: deponeva il corpo del morto in posizione rannicchiata all'interno di una fossa con oggetti come ossa e fiori, che probabilmente avevano la funzione di rendere omaggio al defunto. Ed imparò anche a rappresentare ciò che vedeva e viveva attraverso graffiti e pitture, dando così inizio alla prima pagina della storia dell’arte, testimoniata dalle incisioni rupestri del Paleolitico superiore presenti in numerose grotte come quelle famose di Lascaux, in Francia e di Altamira, in Spagna.

L’homo sapiens (l’essere umano moderno)
Gennaio compie il peccato e Maggio è il condannato.
CARI AMICI COLTIVATORI come ormai di abitudine per chi è un Lettore da tempo, utilizzo questo spazio del mese di Gennaio, mese abbastanza tranquillo, per delle considerazioni a mio avviso necessarie. Innanzitutto prendiamoci un attimo e, guardandoci attorno, ringraziamo Dio per tutto quello che ci circonda. Lo fece san Francesco con il suo Laudato si’ e siamo in tanti a provare lo stesso profondo sentimento, magari con parole più semplici ma altrettanto sincere. Vi ricordo pure che, il nostro Calendario, come altri manuali digitali o a stampa, indica dei tempi durante l’anno adatti per le semine, le raccolte, le potature, ecc... È evidente però che nella nostra penisola vi sono zone più o meno calde. Ad esempio, non si possono seminare pomodori (o zucchine, o piselli, o altro) nello stesso tempo nel Sud Italia e sull’Appennino Centrale a un’altitudine intorno ai 500 metri sul livello del mare. I tempi per le semine, le raccolte, ecc. vanno anticipati o ritardati a seconda delle differenze di clima delle varie zone e di questo si deve tenere conto. Allora, per offrire delle indicazioni valide per tutti, abbiamo pensato di partire dalla Pianura Padana dove con lo zero si indica il giorno adatto. Nell’arco alpino si deve posticipare di 10-20 giorni, così come nella dorsale appenninica di 5-10 giorni. Invece si deve anticipare in Liguria di 10-20 giorni; nella fascia che dalla Toscana arriva alla Campania di 20-25 giorni; dalle Marche a tutta la Puglia di 20-30 giorni; nella Calabria litoranea e nelle nostre due Isole Maggiori di 25-30 giorni. Evidentemente quanto sopra detto va preso con molta elasticità: quello che fa fede è la vostra esperienza!
ORTO Preparate il terriccio per le semine: 1/3 di torba, 1/3 di sabbia, 1/3 di terriccio di bosco, un po’ di stallatico fine e una spolverata di calce in polvere.
VIGNA E CANTINA Chi non avesse cambiato il vino nuovo in Dicembre lo faccia quanto prima. Giorni adatti per i travasi: dal 18 al 31 del mese (Luna calante). Controllate i valori di acidità totale e di anidride solforosa, eseguite la “prova all’aria” e procedete alla “chiarifica” del vino (magari facendovi aiutare da un enologo). Per capire la Luna ricordate sempre il proverbio che non mi stancherò mai di ripetere: «Gobba a levante, Luna calante; gobba a ponente Luna crescente!».

Dal libro delle Stelle

OLTRE LE NUVOLE La cosmologia è quella branca dell’astrofisica che si prefigge di trovare la risposta ai grandi interrogativi del Cosmo nel suo insieme, delle sue origini, della sua fine. Fin dagli albori della civiltà l’uomo ha cercato di dare risposte circa forma, dimensione e percezione del cosmo e le risposte, a seconda dei tempi, sono state ora più mitiche, ora più razionali; ora più religiose, ora più laiche. I popoli antichi erano più o meno tutti concordi, pur non essendo consapevoli delle altrui teorie, nel sostenere che la Terra, piatta, era il pavimento dell’intero Universo. Per alcuni era rotonda, per altri quadrata o rettangolare; superato il bordo si apriva un abisso infinito. I cieli e tutti i luminari in esso contenuti erano un fiume, il corpo di un dio inarcato, di un animale accovacciato, il soffitto di una grotta, il tetto di una capanna, di un tempio, di una pagoda. I corpi di questi giganteschi animali, divinità, cupole erano posti sopra la terra appena qualche chilometro.
POSIZIONI PLANETARIE Mercurio il giorno 2 del mese entra nel segno dell’Acquario, il 7 è alla massima elongazione orientale (19°), il 23 sarà in congiunzione inferiore col Sole ed il 26 ritorna in Capricorno. Venere permane per tutto il mese in Capricorno. Il Sole, il giorno 20, entra nell’Acquario. Il 24 Marte entra in Capricorno. Giove permane in Pesci. Saturno è in Acquario dove vi resterà tutto l’anno, così come resteranno Urano in Toro e Nettuno in Pesci.
MADRE SPERANZA DI GESÙ (1893-1983), al secolo María Josefa Alhama Valera, fu una religiosa e mistica spagnola, fondatrice delle Congregazioni delle Ancelle dell’Amore Misericordioso e dei Figli dell’Amore Misericordioso. Nacque a Santomera (Spagna) e giunse in Italia nel maggio 1936. Qui cominciò a realizzare il progetto che per lei rappresentava la volontà di Dio: la costruzione del santuario situato a Collevalenza, in Umbria, dedicato all’Amore Misericordioso di Dio per “far conoscere a tutti che Dio è un Padre che ama, perdona, dimentica e non tiene in conto i peccati dei suoi figli quando li vede pentiti”. Nel corso della sua vita è stata protagonista di numerosi eventi prodigiosi; il rito della sua beatificazione è stato celebrato nel 2014 presso il santuario da lei fondato.
Grazie alla loro attività antibatterica e antivirale, alcuni metalli come Rame, Zinco, Argento e Gallio, vengono impiegati, come ioni o nanoparticelle abbinati a differenti polimeri, all’interno di strutture composite studiate per la realizzazione di dispositivi medici. Le nanoparticelle d’Oro, invece, sono ampiamente utilizzate nella rigenerazione di tessuti umani, nella somministrazione mirata di farmaci e nella guarigione di ferite.
INVESTIGATORE DIGITALE Non si prende lo smartphone di altre persone e lo si apre per controllarlo come fossimo degli agenti segreti. È molto peggio che frugare nelle tasche oppure nella borsetta altrui o, ancora peggio, aprire un diario personale che non ci appartiene. Questo atteggiamento dimostra non solo una educazione pressoché inesistente, ma soprattutto una pessima sensibilità verso il prossimo.
“Noi viviamo la nostra vita quotidiana senza comprendere quasi nulla del mondo. Ci diamo poco pensiero del meccanismo che genera la luce del Sole, dalla quale dipende la vita, della gravità che ci lega a una Terra che ci proietterebbe altrimenti nello spazio in conseguenza del suo moto di rotazione, o degli atomi da cui siamo composti e dalla cui stabilità fondamentalmente dipendiamo… ben pochi di noi spendono molto tempo a chiedersi perché la natura sia così com’è; da dove sia venuto il cosmo, o se esista da sempre; se un giorno il tempo comincerà a scorrere all’indietro e gli effetti precederanno le cause; o se ci siano limiti ultimi a ciò che gli esseri umani possono conoscere” (Stephen Hawking).
Il lavoro nobilita l’uomo, ma di riposo non è mai morto nessuno.
I politici più bravi sono quelli che ci convincono a fare ciò di cui non c’è bisogno.
Quando guidiamo la nostra auto, chi sorpassiamo è un rompiscatole, mentre chi ci sorpassa è un pazzo scatenato.
Da bimbi succede che prima si bisticcia e poi si va a giocare insieme; poi si cresce e con noi cresce anche quel demone che si chiama orgoglio.
L’unica dieta dimagrante che funziona? Amare senza essere corrisposti.
Se non riesci ad uscire dal tunnel… arredalo!
FRITTELLE DI RAPERONZOLO - ingredienti: 200 g di radici di raperonzolo; 100 g di farina “00”; 100 g di farina di maizena; 1 bicchiere di acqua frizzante fredda; olio per friggere; sale.
- Esecuzione: tagliate a bastoncini le radici di raperonzolo se sono piuttosto grosse. Mescolate, in una terrina, le due farine con acqua frizzante fredda. Passate le radici di raperonzolo nella pastella ottenuta e friggetele in abbondante olio. Servitele con una spolverata leggera di sale. Tutte le ricette di questa rubrica hanno come ingrediente principale le erbe officinali terapeutiche. Sono tratte dal nostro libro: Curarsi a tavola.
FENOMENI CELESTI Mercurio è nelle migliori condizioni di visibilità, al tramonto, a metà mese. Venere guadagna visibilità nella seconda metà del mese la mattina, sempre prima del Sole, preceduta da Marte che sorge prima dell’alba. Giove è visibile per una manciata di minuti dopo il crepuscolo ed anche Saturno è ancora visibile, sempre al pomeriggio, nei bagliori del crepuscolo.
MACCHIE SOLARI scarse, focalizzate nell’ultima parte del periodo, conseguentemente al mese precedente.
TEMPESTE MAGNETICHE qualche scompenso nella seconda metà del mese.
GIORNATE FAVOREVOLI all’attività psichica nell’ultima decade.
BENZINAI L’efficientamento nei consumi (e relative emissioni nocive) delle ultime generazioni di autovetture oltre al forte impulso verso motori ibridi – se non esclusivamente elettrici o a idrogeno – vede condannata la figura del benzinaio.
COME SARÀ Già evoluta nel Centro e Nord Europa, tale professione presto verrà ricondizionata ulteriormente legandola a servizi di pronta utilità come: 1) spazi logistici: colonnine fast charge per ricariche elettriche ultraveloci, rifornimenti specifici per camion e pullman con motori ad idrogeno; 2) personale al servizio del cliente: diploma da perito elettrico o simile; 3) spazi aperti al pubblico: ristoro e piccoli negozi di cose necessarie per il quotidiano (come attualmente nei distributori autostradali).
Per il fatto che il pellicano adulto curva il becco sul petto, per dare da mangiare ai propri nati i pesci che trasporta nella sacca, è considerato simbolo dell’amore paterno e materno, nell’errata credenza che nutrisse i piccoli con la sua carne e il suo sangue fino a morirne. Nell’iconografia cristiana è stato assunto come immagine del supremo sacrificio del Cristo e della sua resurrezione, come di quella di Lazzaro e così pure dell’abnegazione con cui i genitori amano i figli. Il simbolismo cristico si fonda anche sulla piaga del cuore da cui escono il sangue e dell’acqua, bevande di vita. Si rammenta la caratteristica di questo uccello acquatico, che è quella di mangiare solo il cibo che gli è realmente necessario per sopravvivere.

Calendario

Richiedi subito la tua copia del Calendario

Sono presenti degli errori. Assicurati che i campi siano completi e corretti e reinvia il modulo.
Grazie ! La tua richiesta è stata inoltrata con successo. Ti contatteremo al più presto.