Servizio Clienti (+39) 075 5069369
Email info@frateindovino.eu

Almanacco

Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic
Cover Archivio

CALENDARIO 2021

FONTI FRANCESCANE

Laudato si

"LAUDATO SI', MI’ SIGNORE PER MESSOR LO FRATE SOLE".

[1615] Le Laudi del Signore da lui composte e che cominciano: «Altissimo, onnipotente, bon Segnore», le intitolò: Cantico di frate Sole, che è la più bella delle creature e più si può assomigliare a Dio. Perciò diceva: «Al mattino, quando sorge il sole, ogni uomo dovrebbe lodare Dio, che ha creato quell’astro, per mezzo del quale i nostri occhi sono illuminati durante il giorno». LAUDATO Sie, MI’ SIGNORE PER MESSoR LO FRATE SOLE Il Cantico che loda Dio per il sole, la luna, le stelle, è pensato e composto da un uomo che ormai il sole, la luna e le stelle non li vedeva più e che soffriva ogni volta che si esponeva alla luce. Francesco però è mosso alla lode e al rendimento di grazie dallo Spirito stesso del Signore che gli fa vedere la realtà con occhi nuovi. Lo Spirito del Signore gli permette infatti di vedere non solo che il sole è «bello e radiante cum grande splendore », ma di vedere e credere anche che «de Te Altissimo, porta significazione». Chiunque può dire che il sole è bello, ma che il sole è icona di Dio e rimanda a Lui, lo dice solo il credente. Per Francesco la luce del sole parla di Dio e rimanda a Dio. Non è il sole che ci illumina, ma è il Signore, nella sua bontà, che ci dona la luce del giorno per mezzo del sole. Dio illumina noi uomini e riscalda la terra, dando vita, per mezzo della Sua creatura, il sole. Le creature sono per Francesco segno e strumento dell’amore di Dio per l’uomo. Ogni dono delle creature è in realtà un dono del Creatore. Il sole, «frate Sole», è la prima delle creature che viene menzionata nella lode del Signore ed è definito «bello», ma per Francesco è Dio, suprema Bellezza, la fonte di ogni bellezza. Il sole nel suo essere creatura di Dio e nel suo agire per conto di Dio porta significazione del nostro Creatore ed è specchio della Sua bontà.

LAUDATO SI', MI’ SIGNORE PER MESSOR LO FRATE SOLE
l buon lavoratore vince sulla cattiva annata.
GIARDINO Provvedete al rinfoltimento del tappeto erboso, cominciando anche con fertilizzanti fogliari. Prima della messa a dimora delle piantine a fioritura estiva acquistate in serra, acclimatatele progressivamente. Per i ritorni di freddo coprite con tessuto non tessuto. Recidete i fiori appassiti delle bulbose precoci (anemoni, crocus, narcisi, giacinti, tulipani, mughetti). Potate i rosai e mettete a dimora le nuove piantine. Togliete le protezioni alle piante in vaso, ma solo in Aprile portatele all’aperto. Tagliate i vecchi gerani a 10 cm dal colletto per favorire una germinazione robusta.
ORTO Prudenza nelle semine in terreno aperto: usate tessuto non tessuto per i ritorni di freddo. Dati gli alti costi provate a produrre da voi le piantine in vaso con pane di terra, non è difficile. Semine in ambiente protetto: zucchine, cetrioli, cocomeri, meloni; fagiolini nani precoci; melanzane, pomodori, peperoni; sedano, basilico. Arieggiare l’ambiente nelle ore più tiepide per acclimatare ed evitare accumuli di umidità. Semine in terreno aperto: aglio, cipolla, porro, scalogno carote; asparago; bieta, cavoli estivi, indivie e lattughe; piselli e spinaci estivi. Scarducciate i carciofi. Iniziate con cautela la semina delle patate, tagliando in senso verticale i tuberi più grossi.
FRUTTETO Ponete a dimora le nuove piantine. Ultimate la potatura prima della ripresa vegetativa e procedete alle concimazioni primaverili. Fate i necessari trattamenti pre e post floreali.
OLIVO Attenzione alla potatura: leggera per le giovani piante, in modo da non ritardare la fruttificazione; le piante adulte vanno sfoltite maggiormente nelle parti alte in modo da evitare l’ombreggiamento delle parti basse che devono rimanere più ricche di vegetazione. Attenzione: tenetevi informati sugli sviluppi degli studi sulla terribile Xylella, da non prendere sottogamba.
VIGNA E CANTINA Ultimate la sistemazione delle strutture di sostegno prima dell’ingrossamento delle nuove gemme. Mettete a dimora le nuove viti. Fate gli innesti. Concimate il terreno. Cambiate di nuovo il vino, filtrandolo se non fosse ben chiarificato. Periodi utili per i travasi: giorni compresi tra il 1°- 12 e il 28 - 31.
OLTRE LE NUVOLE - Individuati alcuni strani oggetti nei pressi del centro galattico. Il centro della nostra Galassia, verosimilmente dominato da un gigantesco Buco Nero, è uno dei più bersagliati dalle osservazioni degli astrofisici. Nei pressi del centro erano state individuate due grosse macchie, denominate G1 e G2, che a prima vista sembravano nubi di gas. Da quasi un ventennio le due nubi destavano l’attenzione a causa delle stranezze delle loro orbite: «Questi oggetti sembrano gas ma si comportano come stelle» ha affermato l’astronomo Andrea Ghez dell’Università della California. Ora sappiamo che di questi oggetti ne esistono ben sei. Un team di astronomi guidato da Anna Ciurlo ha identificato G3, G4, G5 e G6 che si affiancano ai due già noti.
POSIZIONI PLANETARIE Il 4 del mese Marte entra nei Gemelli ed il 6 Mercurio, in Acquario, raggiunge la massima elongazione occidentale (27°). Il giorno 11 Nettuno, in Pesci, sarà in congiunzione col Sole. Il 15 Mercurio entra in Pesci. Il giorno 20 alle ore 10.37 il Sole, entrando in Ariete, decreterà l’inizio della Primavera. Venere lo raggiungerà il giorno successivo e sarà in congiunzione superiore il 26.
Maria Sklodowska, nota come MARIE CURIE, (Varsavia, 1867 – Passy, 1934) è stata una chimica e fisica polacca naturalizzata francese. Crebbe nella Polonia russa ma, poiché le donne non erano ammesse agli studi superiori, si trasferì a Parigi per frequentare la Sorbona dove si laureò in fisica e matematica. Gli studi sulle radiazioni condotti insieme al marito, Pierre Curie, le valsero il premio Nobel per la fisica nel 1903. Nel 1911 poi, lo vinse di nuovo ma nell’ambito della chimica, grazie alla scoperta degli elementi chimici radio e polonio. Questi riconoscimenti fanno di lei una delle scienziate che ha vinto più premi Nobel e l’unica ad averlo ricevuto in discipline diverse.
Dallo psicologo: «Dottore, dottore mi sono convinto di essere una gallina! » - «Non si preoccupi: è tutta immaginazione!» - «Sì, ma delle mie uova che sto covando, cosa ne facciamo?!».
I CRAMPI appaiono all’improvviso con dolori muscolari dovuti a contratture involontarie. Si valuta come molto possibile il fattore ereditario. L’averli avuti in passato aumenta la possibilità, così come uno sforzo muscolare prolungato. A rischio sono le donne in gravidanza soprattutto nel terzo trimestre e gli ultra sessantacinquenni. Il punto nel quale si avvertono con maggior frequenza è il piede, seguito dal polpaccio e in ultimo dalla coscia. Più frequenti in estate perché si è soggetti a disidratazione e perdita di sali minerali. Se si è colpiti da un crampo causato da una contrazione involontaria è opportuno stirare il muscolo colpito o contrarre l’antagonista (ad esempio flettere il piede nel caso si avverino delle fitte al polpaccio). Eseguire manovre di stretching attiva un riflesso spinale tale da inibire l’attività dei motoneuroni che sostengono il crampo.
CALCOLO Sassolini nell’antica Roma, cioè calculi, come oggi lo sono quelli che ostruiscono le vie renali, ecc. Ma un tempo fungevano da pallottoliere sia per gli scolari sia per i mercanti dell’Urbe. La parentela tra calcolo matematico e calcolo politico appare evidente, legato al conteggio della maggioranza tra i pro e i contro.
“È un dato di fatto che, nella vita, il bene è una luce posta ad una così grande altezza che sembra naturale non poterlo raggiungere… Se la luce è il simbolo del bene, del bello, del vero, la sorgente luminosa per eccellenza, il Sole, può essere solo Dio” . Vincent Van Gogh
Nelle teste affollate di preconcetti non c’è spazio per idee luminose. La gelosia pretende di legare a sé la persona amat a, mentre l’allontana sempre di più.
Oggi vanno sempre più di moda cer ti locali di “degustazione” dove il gusto e i sapori sono molto “particolari”, e talvolta addirittura “sot t intesi”.
Cultura e saggezza non sono la stessa cosa, e quest’ultima è molto più difficile da conquistare.
Bisogna essere persone dalla mente aper ta... aper ta, naturalmente, non dalla parte sbagliata.
TAGLIATELLE ALLA SALICORNIA - Ingredienti per 4 persone: 400 g di tagliatelle - 300 g di salicornia - uno spicchio d’aglio - prezzemolo - olio evo - sale e pepe
- Esecuzione: lavare e pulire accuratamente la salicornia eliminando le radici e le parti basali dei fusticini. In una padella, scaldare l’olio evo (extra vergine di oliva) e lo spicchio d’aglio intero “in camicia” e soffriggerlo a fuoco medio fino a farlo dorare. Quando pronto, togliere l’aglio, unire la salicornia e mantenere a fuoco basso. La salicornia cuoce in breve tempo: è molto gustosa anche cruda quindi non eccedere con la cottura. Nel frattempo lessare le tagliatelle in acqua bollente solo leggermente salata, scolarle molto al dente, e farle saltare nel sugo di salicornia per un paio di minuti. Solo alla fine, aggiungere un ciuffo di prezzemolo tritato e servire con una spolverata di pepe.
FENOMENI CELESTI Mercurio è visibile all’alba. Venere è praticamente invisibile tutto il mese. Marte anticipa il suo tramonto e riduce la sua visibilità nella prima parte della notte. Giove è visibile all’alba e anticipa sempre più la sua levata. Anche Saturno sorge poco prima dell’alba.
MACCHIE SOLARI proseguono quelle del mese precedente con attenuazione prevista a fine periodo.
TEMPESTE MAGNETICHE segnatamente nella seconda e terza decade.
GIORNATE FAVOREVOLI in tutto il mese, a favore di soggetti iperattivi.
ABBAGLI Harold Morris Warner, co-fondatore della Warner Bros. (una delle cinque major cinematografiche statunitensi), interrogato nel 1927 sul futuro del sonoro nel cinema, così rispose: «Chi diavolo vuole sentir parlare gli attori?».
CHE FUTURO! Una volta squillava il telefono fisso, ci si muoveva e si andava ad alzare la cornetta confermando: «Pronto?!». In un prossimo futuro dove il telefonino lo si avrà attaccato al polso, se squillerà si guarderà prima chi chiama e poi si deciderà se rispondere o no, accampando poi - messi alle strette - delle scuse sul perché non si è risposto.
Una volta le catene si mettevano sulle strade ghiacciate che andavano in montagna. In un prossimo futuro le catene (e le manette) si metteranno sulle strade ghiacciate che dalla Magistratura porteranno al Parlamento!
San Matteo è raffigurato mentre scrive il Vangelo ispirato dall’angelo (che assume il compito di rappresentare l’ispirazione stessa), in origine la figura della visione di Ezechiele era un uomo a cui gli artisti hanno poi aggiunto le ali. L’angelo-uomo abbinato a san Matteo si spiega in base alla narrazione del suo Vangelo che inizia con la genealogia di Gesù. Cristo con la sua nascita divenne uomo, quell’uomo collegato all’albero genealogico di Gesù e alla sua nascita. Il suo è il primo tra i quattro Vangeli, il più ampio e particolareggiato. Come apostolo, i suoi attributi sono il libro e la spada o alabarda, strumento e simbolo del suo martirio. Egli scrisse per i cristiani ebrei e citò con cura i Profeti per far capire come in Gesù si fossero compiute le promesse fatte dal Signore al suo popolo.

Calendario

Richiedi subito la tua copia del Calendario

Sono presenti degli errori. Assicurati che i campi siano completi e corretti e reinvia il modulo.
Grazie ! La tua richiesta è stata inoltrata con successo. Ti contatteremo al più presto.