0
Servizio Clienti (+39) 075 5069369
Email info@frateindovino.eu
0

Almanacco

Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic
Archivio

CALENDARIO 2020

IL CORPO PARTE DI NOI

Tra i più belli

"1957".

Il corpo è il punto di inserimento della persona umana nell’universo cosmico. È ciò che ci offre la possibilità concreta di essere insieme e di comunicare con i nostri simili. Con il corpo noi siamo al mondo non solo “organicamente”, ma anche come persone che si esprimono e si realizzano interagendo con altre persone. Il mio corpo non è qualcosa che sta accanto a me, qualcosa di aggiunto successivamente. Piuttosto, io sono il mio corpo. L’occhio vede, ma sono io che vedo. La mano prende, ma sono io che prendo. Nella parola, nello sguardo, nell’azione sono presente io stesso, in persona. Il corpo è la fonte della conoscenza interpersonale, il luogo del dialogo, dell’amicizia, della convivialità, così come della compassione, della tenerezza, del sostegno concreto. È la realtà che si pone come presenza, come espressione, come umanizzazione del mondo nell’impegno concreto di ogni giorno. Ed è la possibilità che si offre alla persona di esprimersi nel linguaggio, che costituisce la forma più importante della comunicazione tra gli uomini. Nel linguaggio è coinvolto tutto il corpo, ma in modo particolarissimo il volto, universalmente ritenuto, nella sua unicità e irripetibilità, la sede dell’identità della persona e del suo riconoscimento. Il linguaggio facciale, in tutte le sue sfumature di espressione, è rivelatore del carattere della persona, del suo stato d’animo, dell’appartenenza a una specifica cultura. Pensiamo al ridere e al piangere che rappresentano le forme più adeguate ad esprimere l’emozione del momento che si sta vivendo. Anche il corpo dunque è fonte particolarissima di socializzazione e di sviluppo della persona umana.

1957
Un passo indietro quando si imbocca una strada sbagliata, è un passo nella giusta direzione (Kurt Vonnegut).
lAVORI DEL MESE Curate di fare gli innesti nei momenti giusti. Fate i necessari trattamenti pre e post-floreali. Ultimate la potatura prima della schiusa delle nuove gemme. Concludete la messa a dimora degli arbusti da giardino e degli alberi da frutto.
ORTO Scarducciate i carciofi. Concimate e date terra alle asparagiaie. Nelle ore più calde date aria alle coltivazioni al coperto. Iniziate a seminare le patate, ma attenzione a possibili brinate. Rincalzate fave e piselli munendo di sostegni questi ultimi. Interrate le piantine di fragole. Semine in ambiente protetto: lattughe di tutte le varietà; rucola, sedano, basilico, prezzemolo; zucchine, fagiolini precoci; meloni, cetrioli, cocomeri. Semine in terreno aperto: indivie, lattughe, prezzemolo, spinaci, carote, bieta da orto; aglio, cipolla, porro, scalogno; cavoli estivi, ravanelli, asparagi, agretti.
GIARDINO Fate talee e margotte. Mettete a dimora le nuove piantine, previa acclimatazione. Cominciate a togliere la protezione dalle piante in vaso da portare all’aperto, svasandole se necessario. Potate i rosai e gli arbusti sfioriti. Terminate la messa a dimora di siepi e arbusti da giardino.
vIGNA E CANTINA Vangate (o arate) la vigna dopo averla concimata. Ultimate l’impianto di nuove viti e la potatura. Fate gli innesti. Date aria alla cantina. Controllate i livelli dei recipienti vinari. A Luna vecchia di Marzo effettuate il secondo travaso del vino nuovo. Giorni buoni per i travasi dal 9 al 24 Marzo.
OLTRE LE NUVOLE Secondo la suddivisione astronomica una stagione è l’intervallo di tempo tra un equinozio e un solstizio. Si distinguono quindi 4 stagioni (primavera, estate, autunno, inverno) ciascuna della durata di 3 mesi. La suddivisione meteorologica, invece, tiene conto dei mutamenti climatici e ambientali che avvengono in un dato luogo nel corso dell’anno. Nelle zone temperate si distinguono in genere quattro stagioni meteorologiche simili a quelle astronomiche, ma la loro durata varia a seconda della latitudine e del microclima locale. Nelle regioni polari generalmente si distinguono due sole stagioni determinate dalla presenza o meno del Sole sopra l’orizzonte. Anche nelle zone tropicali si preferisce suddividere l’anno in due stagioni: stagione delle piogge e stagione secca.
POSIZIONI PLANETARIE Mercurio il giorno 4 ritorna in Acquario, poi il 16 passa in Pesci raggiungendo la massima elongazione Ovest il 24. Venere dal 5 del mese è nel Toro e raggiunge la massima elongazione Est di 46° il 24. Il Sole entrando in Ariete alle 4:49 del giorno 20 dà inizio alla Primavera astronomica. Marte il 30 entra in Acquario, mentre Giove permane in Capricorno. Saturno il 22 passa in Acquario, mentre Urano staziona in Toro e Nettuno, in Pesci, l’8 è in congiunzione col Sole.
DOROTHY STANG (Stati Uniti, 1931 – Brasile, 2005). È considerata la prima martire caduta in nome della difesa del creato. Missionaria statunitense, ha vissuto in Brasile, lavorando a fianco degli “ultimi della terra”. È stata assassinata nel 2005 ad Anapu nel Parà, Stato che detiene i record nelle deforestazioni, negli abusi dei diritti umani e nei crimini contro la natura. Dorothy s’è impegnata con tutte le forze a sostegno della dignità umana, della giustizia sociale e dell’ambiente. “Non abbandonerò questi contadini che non hanno protezione, nel mezzo della foresta. Hanno diritto a una vita migliore in una terra dove possano vivere e produrre con dignità”. È morta sul campo, crivellata di colpi di mitragliatrice.
Il medico: «Signora, se il vostro cane abbaia male, cosa ci posso fare io? Chiamate il veterinario». «Ma non mi ispira fiducia, dottore… È così tanto stonato anche lui!».
L’asma è un disturbo caratterizzato da accessi di respirazione spasmodica, che possono durare solo pochi minuti oppure ore intere, quasi sempre accompagnati da tosse e da espettorazione. Le cause sono varie, spesso di origine allergica, o dipendenti da affezioni bronchiali. Si consiglia una dieta vegetariana con molto latte ed escludendo ingredienti che possono fermentare come legumi, cavoli, rape. È necessario inoltre evitare ambienti polverosi e fumosi, diagnosticare il disturbo e determinare gli agenti scatenanti contro i quali immunizzarsi.
SORRIDIAMO CON I GRANDI DELLA STORIA La celebre attrice francese Sara Bernhardt (1844 – 1923), trovandosi in Russia, decise di fare una visita turistica all’interno di questa grande nazione. Si recò nel posto di polizia per apporre il visto sul passaporto. L’impiegato le domandò se avesse la domanda per iscritto. L’attrice gli rispose negativamente e allora l’impiegato le diede l’occorrente per scrivere e le dettò il testo al completo, lo firmò e vi impresse i sigilli. Poi lo riconsegnò all’attrice dicendo: “Ora lo può presentare!”. “A chi?”, ribatté la Bernhardt. “Come a chi?”, le rispose l’impiegato, “a me!”. La Bernhardt consegnò il plico. L’impiegato lo prese di nuovo, ruppe i sigilli, lesse quanto vi era scritto, poi con malcelato sussiego le disse: “Ho letto la sua domanda, signora, e devo dirle di essere spiacente per non poterla esaudire”!

Pensiero Spirituale

“Il buon Dio non ha scritto che noi siamo il miele della terra, ragazzo mio, ma il sale. Il sale, su una pelle a vivo, è una cosa che brucia. Ma le impedisce anche di marcire” (Georges Bernanos).
“Chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato, scurdammece ‘u passato...”, e avanti ancora con le fregature.
Per colmare un vuoto di pace, è necessario un pieno di preghiera.
“Cara, vuoi andare in un luogo dove non sei stata mai?”. “Sì, tesoro: e dove?”. “In cucina”.
Le lettere anonime non sono firmate perché chi le invia si vergogna di avere un nome e un cognome.
C’è chi pensa che al mondo gli sciocchi siano un’esigua minoranza. Purtroppo, insieme agli sciocchi, ci sono anche degli ottimisti incorreggibili.
INSALATA DI CETRIOLI, POMODORI E AVOCADO (per 2 - 4 persone): lavate e tagliate a cubetti 1 cetriolo e 4 pomodori della varietà Roma, sbucciate e tagliate a cubetti 3 avocado maturi quindi mettete tutto in una ciotola. Tagliate ad anelli mezza cipolla rossa e aggiungetela alle altre verdure. Sminuzzate 10 grammi di prezzemolo e mettetelo nella ciotola. Condite il tutto con il succo di 1 limone, sale e pepe quanto basta e 2 cucchiai di olio di oliva.
FENOMENI CELESTI Mercurio torna visibile all’alba, sempre meglio al procedere del mese: giorno migliore il 24. Venere nelle migliori condizioni di visibilità a sera. Marte, pur anticipando la sua levata, è visibile ancora per poche ore prima dell’alba. Anche Giove è visibile qualche ora prima dell’alba. Così Saturno ad inizio mese sorge all’alba, ma progressivamente anticipa la sua levata.
MACCHIE SOLARI Permangono quelle del precedente periodo.
TEMPESTE MAGNETICHE di debole intensità, segnatamente dopo la prima quindicina.
GIORNATE FAVOREVOLI ad inizio Primavera, sintomi di nervosismo e aggressività nei soggetti predisposti.
I politici che predicano bene e razzolano male, continueranno il normale andazzo quotidiano, giustificandosi con il fatto che si può essere credenti, ma non praticanti.
RISPOSTE STORICHE Quando Alessandro Dumas padre (1803 – 1870) si recò a Passy, piccolo sobborgo di Parigi, a visitare la casa dove abitava il figlio, la trovò così angusta che quando fu in giardino disse al figlio: “Ma perché non apri la finestra della sala per dare un po’ di aria al tuo giardino?”.
IL SAGGIO DICE Le mani che si stringono non garantiscono solo solidità ed equilibrio, ma trasmettono anche calore umano (Papa Francesco).
Comprendere gli esseri umani è intelligenza, comprendere sé stessi è saggezza (Lao Tze).
PIETOSO COME UN PELLICANO Espressione utilizzata per caratterizzare persone generose, altruiste, disposte a fare del bene e ad aiutare gli altri fino a rimetterci di persona. Si ricollega a un grosso volatile acquatico molto dedito alla sua nidiata, che per nutrire i suoi piccoli offre loro il cibo accumulato in una sacca dilatabile situata sotto la gola. Per fare questa operazione il pellicano si adagia sopra il nido assumendo una posizione particolare che ha favorito il diffondersi di una leggenda secondo la quale il pellicano si lacererebbe il petto per nutrire i suoi piccoli con il proprio sangue. Così in ambiente cristiano il pellicano è divenuto il simbolo di Gesù Cristo che si offre a noi in cibo nell’Eucarestia, come appare frequentemente nell’iconografia cristiana.

Calendario

Richiedi subito la tua copia del Calendario

Inviaci un messaggio

Ti contatteremo al più presto

o vai alla pagina contatti
Sono presenti degli errori. Assicurati che i campi siano completi e corretti e reinvia il modulo.
Grazie ! La tua richiesta è stata inoltrata con successo. Ti contatteremo al più presto.