Servizio Clienti (+39) 075 5069369
Email info@frateindovino.eu

L'attualità e gli approfondimenti dal mensile

Frate Indovino

Editoriale

Andrà tutto bene

07 luglio 2020
Condividi
Nei giorni più neri e duri della pandemia abbiamo sperimentato un tempo fermo, immobile. Una socialità messa tra parentesi, cristallizzata. Strade, piazze e parchi vuoti; chiese, negozi, mercati e cinema chiusi. Una esistenza reclusa.

In quel periodo
– denso di paure e preoccupazioni – c’era uno slogan che passava di balcone in balcone, che ognuno di noi al telefono ha ripetuto ad amici e parenti, nel silenzio a se stesso, che i nostri figli hanno trascritto su fogli spesso associandolo a un arcobaleno, e che la comunicazione mediatica ha potentemente amplificato: “Andrà tutto bene”. Tre semplici parole che ci hanno incoraggiato, ci hanno dato un respiro di ottimismo, la voglia di andare avanti.

Ora che la vita, in qualche modo, è ripresa… non possiamo dimenticare quella frase tanto elementare quanto benefica. Non dobbiamo tradire quella promessa, quella speranza che ci ha rincuorato, che ci ha aiutato ad affrontare quella dolorosa e faticosa prova personale e collettiva.

Nell’attesa che l’incubo Coronavirus si riduca sempre più e svanisca del tutto, l’unica possibilità per fare andare veramente tutto bene è iniziare a cambiare radicalmente prospettiva e affrontare con un grande senso di serietà e onestà i grandi temi che ci affliggono: l’insostenibile divario tra ricchi e poveri; un modello di sviluppo disumano; il lavoro precarizzato, impoverito, umiliato; l’inquinamento, anzi l’avvelenamento del pianeta. Per fare questo, ci vuole una politica (intesa come arte del possibile) responsabilmente e concretamente umana, profondamente cristiana.

Michele F. Afferrante

Calendario

Richiedi subito la tua copia del Calendario

Sono presenti degli errori. Assicurati che i campi siano completi e corretti e reinvia il modulo.
Grazie ! La tua richiesta è stata inoltrata con successo. Ti contatteremo al più presto.