Il pensiero spirituale
I vostri beni non sono altro che un deposito posto dal Signore nelle vostre mani: dopo quello necessario a voi e alla...
leggi tutto
CONTRATTI IERI E OGGI
Quando si parla di burocrazia si intende quel complesso di leggi, leggine, norme, regolamenti che costituiscono il codice di comportamento e di lavoro dei funzionari della pubblica amministrazione, spesso eccessivamente formalisti e cavillosi. Strumento che tende a estendersi con il moltiplicarsi delle funzioni dello Stato, e a diventare così rigido, lento, inefficiente e, nello stesso tempo, irriformabile e indistruttibile. Mentre scrivo mi giunge la notizia che una fabbrica di Imperia ha dovuto sospendere la produzione perché in debito di un centesimo (1 centesimo!) all’INPS che le ha bloccato il D.U.R.C. rendendo impossibile la consegna dei lavori commissionati dai clienti (notizia del TG1 del 16.11.2017, ore 20.00). Insomma, con la burocrazia non ci sono alternative: timbri, sempre timbri, fortissimamente e solamente timbri.

Conquiste di ieri e conquiste di oggi
Se tu provi a guardare bene a fondo qualcosa non funziona a questo mondo
Marzo 2019
  • 1 v
    S. Albino vescovo

    B. Giovanna Maria badessa - S. Davide vescovo

    Una parola in meno - e torni a casa sereno
    06.53
    18.02
  • 2 s
    S. Agnese di Boemia badessa francescana

    S. Angela della Croce

    Marzo re dei capricci - ogni giorno combina pasticci
    06.51
    18.03
  • 3 d 8ª p.a. S. TIZIANO vescovo Ss. Marino e Asterio martiri
    A Marzo il tempo bello - vuole sciarpa ed ombrello
    06.49
    18.04
  • 4 l
    S. Casimiro

    B. Umberto III - B. Placida Viel vergine

    Lingua lunga e ardita - può accorciar la vita
    06.48
    18.05
  • 5 m
    S. Teofilo vescovo

    S. Lucio papa - B. Geremia da Valacchia fr.

    La massaia canterina - fa più allegra la cucina
    06.46
    18.07
  • 6 m
    Le Ceneri

    S. Rosa vergine - S. Coletta Boylet vergine

    Luna Nuova a h. 17.03
    06.44
    18.08
  • 7 g
    Ss. Perpetua e Felicita martiri

    Ss. Secondino e Compagni martiri

    Pane di villano - rustico, ma sano
    06.42
    18.09
  • 8 v
    S. Giovanni di Dio

    S. Ponzio diacono - S. Stefano abate

    Padre che guadagna - tutta la famiglia mangia
    06.41
    18.11
  • 9 s
    S. Domenico Savio

    S. Francesca Romana vedova

    Le modeste erbe dell’orto - a tanti mali dan conforto
    06.39
    18.12
  • 10 d 1ª Quar. S. VITTORE m. Ss. Caio e Alessandro m.
    Se occhio non mira - cuor non sospira
    06.37
    18.13
  • 11 l
    S. Costantino re martire

    S. Eulogio sacerdote martire - S. Pionio sacerdote martire

    O di abete oppur di noce - tutti abbiam la nostra croce
    06.35
    18.14
  • 12 m
    S. Innocenzo I papa

    B. Giustina vergine - S. Massimiliano martire

    Il verde è speranza, il rosso amore - il bianco è la pace del cuore
    06.34
    18.16
  • 13 m
    Ss. Patrizia e Modesta martiri

    B. Agnello francescano

    Pace aver potrai - soltanto se la dai
    06.32
    18.17
  • 14 g
    S. Lazzaro vescovo

    S. Matilde regina - B. Eva da Cornillon

    Primo Quarto a h. 11.26
    06.30
    18.18
  • 15 v
    S. Zaccaria papa

    S. Luisa de Marillac vedova

    Puoi esser verace - anche amando la pace
    06.28
    18.19
  • 16 s
    Ss. Ilario vescovo e Taziano martiri

    S. Eriberto vescovo

    Vecchi strappi del cuore - li rammenda l’amore
    06.26
    18.20
  • 17 d 2ª Quar. S. PATRIZIO vescovo S. Corrado eremita
    06.25
    18.22
  • 18 l
    S. Salvatore da Horta francescano

    S. Cirillo vescovo dottore

    Danni infiniti portan le frequenti liti
    06.23
    18.23
  • 19 m
    S. Giuseppe sposo della Vergine Maria


    Un cuore lieto e forte - vince la mala sorte
    06.21
    18.24
  • 20 m
    S. Archippo

    B. Ippolito Galantini

    06.19
    18.25
  • 21 g
    S. Serapione eremita

    S. Benedetta Cambiagio - S. Lupicino abate

    Luna Piena a h. 02.42
    06.17
    18.27
  • 22 v
    S. Lea vedova

    S. Benvenuto Scotivoli v. fr. - S. Basilio martire

    L’alba ricopre d’oro - chi si trova già al lavoro
    06.16
    18.28
  • 23 s
    S. Turibio di Mogrovejo vescovo

    S. Rebecca vergine

    Con le mani in mano - non si va molto lontano
    06.14
    18.29
  • 24 d 3ª Quar. S. SEVERO v. Ss. Dionigi e Compagni m.
    Pentimento forzato - presto dimenticato
    06.12
    18.30
  • 25 l
    Annunciazione del Signore

    S. Nicodemo eremita

    Animi e cuori egregi - non cercan privilegi
    06.10
    18.31
  • 26 m
    Ss. Emanuele e Compagni martiri

    B. Maddalena Cat. Morano vergine

    Nozze rimandate - nozze rovinate
    06.08
    18.33
  • 27 m
    S. Ruperto vescovo

    B. Pellegrino da Falerone sacerdote

    Ragazza dispettosa - difficilmente sposa
    06.06
    18.34
  • 28 g
    Ss. Prisco e Compagni martiri

    S. Cono eremita - S. Ilarione abate

    Ultimo Quarto a h. 05.09
    06.04
    18.35
  • 29 v
    S. Eustasio vescovo

    S. Ludolfo vescovo martire - B. Bertoldo

    Marito innamorato - sa fare anche il bucato
    06.02
    18.37
  • 30 s
    S. Secondo martire

    S. Osburga badessa - S. Leonardo Murialdo sacerdote

    07.01
    19.38
  • 31 d 4ª Quar. S. BENIAMINO diac. m. S. Guido abate
    Nel giorno di San Beniamino - termina il mese malandrino
    06.59
    19.39
Coltivatori
Chi è uso al campo, non vada alla corte.
LAVORI DEL MESE Ultimate la potatura prima della schiusa delle nuove gemme. Concludete la messa a dimora degli alberi da frutto e degli arbusti da giardino. Eseguite regolarmente i trattamenti pre e post-floreali. Fate gli innesti al momento giusto (quando la pianta madre sta per schiudere le gemme). Continuate a preparare il terreno per le nuove semine arando e concimando.
ORTO Date aria alle coltivazioni al coperto nelle ore più calde. Iniziate a seminare le patate, ma fate attenzione ai ritorni di freddo. Concimate e date terra alle asparagiaie. Rincalzate piselli e fave. Interrate le piantine di fragole. Semine in ambiente protetto: pomodori, peperoni, melanzane; Zucchine, cocomeri, meloni, cetrioli; sedano, basilico, rucola; lattughe di tutte le varietà, fagiolini precoci. Semine in terreno aperto: agretti, asparagi, ravanelli; scalogno, porro, cipolla, aglio; cavoli estivi, bieta da orto, carote; indivie, lattughe, spinaci, prezzemolo.
GIARDINO Togliete la protezione alle piante in vaso riposte per l’inverno, svasandole e ridando terra. Continuate a moltiplicare per divisione delle ceppaie le piante aromatiche e officinali. Potate rosai e arbusti sfioriti. Recidete i gerani a 10 cm dal colletto. Terminate la messa a dimora di arbusti e piante da giardino. Eliminate i fi ori appassiti delle bulbose che man mano sfioriscono, e interrate quelle a fioritura estiva. Lasciate acclimatare le nuove piantine prima della messa a dimora. Fate margotte e talee.
VIGNA E CANTINA Vangate (o arate) la vigna dopo averla concimata. Ultimate la potatura e l’impianto di nuove viti. Fate gli innesti. Date aria alla cantina. Controllate i livelli dei recipienti. A luna vecchia di marzo effettuate il secondo travaso del vino nuovo. Giorni utili per i travasi: dal 1 al 6 e dal 21 al 31 del mese.
Dal libro delle Stelle
OLTRE LE NUVOLE Il 15 Settembre del 2007 gli abitanti del villaggio di Carancas, nei pressi del lago Titicaca in Perù, furono scossi dal fragoroso schianto di un meteorite che generò un cratere di circa 15 metri di diametro. Dopo alcune ore dall’impatto la gente iniziò ad avvertire forti emicranie accompagnate da nausea e vomito e la “malattia del meteorite” dilagò nel villaggio. Il materiale spaziale conteneva elementi tossici? Gli scienziati giunti sul posto condussero esperimenti di varia natura concludendo che il meteorite non era nocivo. Il fatto venne classificato come esempio di isteria di massa dovuto all’ansia dell’avvistamento. Secondo alcuni, invece, lo schianto avrebbe causato fughe di gas arsenico dalle falde sotterranee generando l’intossicazione negli abitanti.
POSIZIONI PLANETARIE Mercurio, in Pesci, il giorno 15 è in congiunzione inferiore col Sole. Il 1° del mese Venere entra in Acquario per passare poi in Pesci il 26. Il 20, alle 22:58, col passaggio del Sole in Ariete inizierà la Primavera. Il 31 Marte entra in Gemelli. Giove e Saturno stazionano rispettivamente in Sagittario e in Capricorno. Il giorno 3 Urano passa in Toro per restarvi per tutto il resto dell’anno. Nettuno, in Pesci, il 7 è in congiunzione col Sole.
Donne
ASPARAGO È una pianta erbacea le cui radici (rizomatose e con proprietà diuretiche) producono dei germogli che fuoriescono dal terreno con un andamento eretto (asparago) e sono provvisti di squame (turioni) nella parte superiore dello stelo, che è quella commestibile. Proprio dal colore di queste squame, tra le specie coltivate, si distinguono in bianchi, verdi, violetti. L’asparago di bosco, invece, cresce spontaneo, si raccoglie in primavera e il suo sapore è molto più intenso rispetto alle varietà coltivate. Consiglio: per conservarli fuori dal frigo avvolgeteli in un canovaccio umido al cui interno avrete precedentemente cosparso del sale. Altre curiosità e consigli utili li trovi sul libro di Frate Indovino “In cucina non tutti sanno che…” ordinalo al numero: 075 5069369 oppure sul sito www.frateindovino.eu
Salute
BARBA, SUDORE E CALVIZIE La presenza di una barba folta crea una sorta di compressione, incanalando la dispersione di temperatura in eccesso in altre parti della testa, favorendo così la calvizie. Nelle donne e nei bambini, che non hanno barba, il tasso di evaporazione del sudore è all’incirca pari tra guance e fronte a dimostrazione - secondo i ricercatori dell’ Université Laval (in Québec, nel Canada) - che la ragione per cui gli uomini diventano calvi è la compensazione del calore trattenuto dalla crescita della barba. Capigliature folte da giovani e l’usanza di indossare cappelli confermano la credenza popolare di causare “teste pelate”.
Per Tutti
SORRIDIAMO CON I GRANDI DELLA STORIA Il musicista Vincenzo Bellini (1801 – 1835) si recò un giorno a vedere il grandioso organo del monastero di San Martino vicino a Palermo. Era presente anche l’organista Cristoforo Licalsi al quale fu presentato il Bellini come costruttore di organi. All’organista Licalsi fu chiesto di suonare qualcosa, e lui scelse il brano di Bellini “Pace alla tua bell’anima”. L’esecuzione fu applauditissima da tutti fuorché dall’Autore. “Ma come… non sa che questo è un brano di Bellini?”, disse l’organista. “Fosse del padreterno, a me non piace!”. Una parola tira l’altra, alla fine l’organista diede dell’asino al compositore, ed uscì rosso di collera. Allora Bellini si mise all’organo e suonò la “preghiera” dalla sua opera “La Norma”. L’organista che ascoltava di fuori tornò indietro e venne a sapere che chi sedeva all’organo era proprio il Bellini. Allora cadde in ginocchio e gli chiese perdono.
Voci che girano
Ciò di cui ha davvero bisogno il mondo è di più amore e meno scartoffie (Pearl Bailey).
Viene un po’ a noia la burocrazia di questo paese che in molti hanno cercato di abbattere e nessuno c’è mai riuscito (Marco Risi).
Quello che la gente rifiuta non è la burocrazia come tale, quanto piuttosto l’intrusione di essa in tutte le sfere della vita e dell’attività umana (Ludwig von Mises).
La burocrazia è più forte della legge (Giulio Questi).
I burocrati sono numerosi come i granelli di sabbia in riva al mare. Con la differenza che la sabbia non prende lo stipendio (Ephraim Kishon).
La burocrazia è fatta di funzionari, l’aristocrazia di idoli, la democrazia di idolatri (George Bernard Shaw).
Odio la burocrazia, non l’ho mai sopportata. Ferma le cose e le persone da una vita creativa. E’ contro tutte le cose di cui si occupa la vita (Tim Burton).
Burocrazia. Un gigantesco meccanismo azionato da pigmei (Honoré de Balzac).
Scopo della burocrazia è di condurre gli affari dello Stato nella peggiore maniera e nel più lungo tempo possibile (Carlo Dossi).
“Verrebbe, per favore, a ritirare questo modulo tra, diciamo, sei anni?”. “Certo, mattina o pomeriggio?” (Wiet van Broeckoven).
Un giorno ci sarà bisogno di un visto per passare dal 31 Dicembre al 1 Gennaio (Robert Sternberg).
Il destino dell’italiano: fare la fi la davanti ad uno sportello. L’ideale dell’italiano: stare seduto dietro a uno sportello (Danilo Arlenghi).
Pensiero Spirituale
Il Signore chiede solo fiducia. Quando è incaricato Lui di tutti i nostri interessi, ne va della Sua giustizia e della Sua bontà, se non ci aiuta e non ci soccorre (Santo Curato d’Ars).
Grillo Sparlante
Studia sempre, allarga le tue conoscenze, così quando ti racconteranno le barzellette potrai capirle subito.
Un educatore diceva che i giovani oggi sono profondamente superficiali.
Piccole differenze: nei tempi di pace sono i figli a seppellire i loro padri, nei tempi di guerra sono i padri a seppellire i figli.
Il bene bisogna farlo in modo anonimo: è il sistema migliore per evitare l’ingratitudine.
Dalla Bisaccia di Frate Indovino
TAGLIATELLE CON GLI STRIGOLI - Ingredienti: 400 gr di tagliatelle all’uovo - 300 gr di foglie e cime di strigoli (Silene vulgaris) - 2 spicchi di aglio – olio extrav. - parmigiano grattugiato (a piacere) - sale.
- Procedimento: tagliate a pezzi grossolani le foglie e le cime degli strigoli - fateli scottare per tre minuti in acqua bollente che conserverete a parte - scolateli bene e finite di cuocerli dove avrete fatto imbiondire l’aglio in un fi lo di olio extrav. - fate cuocere le tagliatelle nell’acqua dove avete scottato gli strigoli – scolatele bene - saltatele in padella assieme agli strigoli - a piacere, completate con una spruzzata di parmigiano e servite. [cfr. il nostro libro Curarsi a Tavola - Ricette facili con erbe officinali pag. 364]
Specola
FENOMENI CELESTI: Mercurio è visibile al tramonto del Sole ma solo nella prima decade, per riaffacciarsi all’alba a fine mese, visibile con notevole difficoltà. Venere rimane visibile prima del sorgere del Sole. Marte anticipa il suo crepuscolo ma rimane ancora visibile per alcune ore dopo il tramonto del Sole. Giove ad inizio mese sorge verso le ore 2.30 per anticipare sempre più la sua levata. Saturno a inizio mese sorge una manciata di minuti prima della levata del Sole, ma alla fi ne anticipa il suo sorgere alle 3.30.
MACCHIE SOLARI: dopo i picchi del mese precedente, l’attività solare si va attenuando.
TEMPESTE MAGNETICHE: si ristabilisce un certo equilibrio magnetico con positivi influssi sull’andamento meteorologico.
GIORNATE FAVOREVOLI: giornate positive in tutto il mese a sostegno di soggetti iperattivi.
Vedo Prevedo Travedo
Si continuerà a non capire che “nulla rischia di uccidere la democrazia, quanto un eccesso di democrazia” (Norberto Bobbio).
RISPOSTE STORICHE: Il famoso avventuriero Giacomo Casanova (1725 – 1798) non era per niente bello. Un suo amico, il Principe di Ligne, era solito dire di lui: “Sarebbe veramente bellissimo, se non fosse brutto!”.
IL SAGGIO DICE: La solidarietà è la forza dei deboli. La solitudine è la debolezza dei forti (Ugo Ojetti).
Lo Sapevate
ESSERE UNA PEZZA DA PIEDI Si dice di una persona di nessun conto, trascurabile, incapace ed arrogante, equivoca e pericolosa: persona che non merita nessuna stima e poco rispetto. Si usa anche per indicare chi si mette a servizio di una persona potente, rinunciando alla propria dignità e moralità. Dire a qualcuno “sei una pezza da piedi”, è un insulto molto grave. Le pezze da piedi erano delle strisce di tessuto con le quali si avvolgevano i piedi e la parte terminale della gamba e facevano la stessa funzione delle nostre attuali calze. Furono usate per lungo tempo dai militari e dalle classi elevate, poi -pian piano- divennero di impiego comune, fi no a dopo la Prima Guerra Mondiale.
Contattaci
Edizioni Frate Indovino
Via Marco Polo, 1 bis
06125 Perugia - ITALY
  Numero unico Servizio Clienti
(+39) 075 5069369
CHIUSO:
il venerdì pomeriggio,
il sabato e i giorni festivi
info@frateindovino.eu    Fax (+39) 075 5051533 
 
© 2011 Edizioni Frate Indovino - pi 00478700545