Il pensiero spirituale
Ci sono mille modi per compiacere Dio, ma nessuno può esserlo senza la Fede. A volte non sappiamo dove sia Dio, ma...
leggi tutto
Il nonno sta male
Il nonno di Fabrizio non si è sentito bene e subito il nipote si è recato a fargli visita. Lo ha trovato in poltrona, con il plaid sulle ginocchia e due occhi lucidi e affossati. Fabrizio si è seduto vicino al nonno, gli ha preso la mano tra le sue e hanno parlato a lungo… Soprattutto una domanda gli premeva fare: “Nonno, ma tu non hai paura di morire?”. “Chi si è comportato bene nella vita, non deve aver paura. Se il corpo muore, l’amore non muore mai!”. “Ma perché la vita… ci fa morire?”. “Perché tutte le cose hanno un punto di partenza e un punto di arrivo, figlio mio! Questo punto di arrivo, per noi che abbiamo una visione parziale delle cose, è sentito come una fi ne, il termine di tutto. Ma per chi vede la realtà tutta intera, quasi dall’esterno, la morte è come un passaggio stretto, come una soglia che si apre ad un’altra realtà molto più grande e più bella di quella che si lascia. Pensa al sole: quando il sole da noi tramonta, dall’altra parte della terra, nel meridiano opposto, sorge un nuovo giorno… A proposito, voglio raccontarti una storia. C’era una volta una libellula che aveva deposto le uova in uno stagno. Dalle uova erano uscite altrettante larve che si erano raggruppate in fondo allo stagno, alla base di uno stelo di giunco. Queste ogni tanto si allontanavano per procurarsi da mangiare, ma poi si ritrovavano tutte insieme allo stesso posto. Quando qualcuna cresceva più delle altre, salutava le sorelle, si arrampicava lungo lo stelo di giunco e non si vedeva più. Allora una di esse, molto coraggiosa, disse alle sorelle: “Voglio vedere dove sono andate a finire le nostre compagne, ma state tranquille, tornerò presto”. E cominciò ad arrampicarsi lungo lo stelo di giunco. Appena fuori dall’acqua, distrutta dalla fatica, si distese su una foglia e si addormentò. Quando si risvegliò si trovò in un mondo meraviglioso, con un sole caldo e splendente, i fi ori, gli alberi, le foglie e tanti animali, piccoli e grandi, con i quali fare amicizia… Lei stessa non era più come prima: era cresciuta, aveva dei colori bellissimi e soprattutto le erano spuntate le ali. Provò a spiccare il volo e si librò sulle acque, sui fi ori, negli spazi infiniti… Capì allora che la sua vita ormai era cambiata, che non sarebbe potuta tornare mai più in fondo allo stagno, che il suo universo era ormai quello degli alberi e dei fi ori. E le sue sorelle avrebbero fatto lo stesso identico cammino… Stai tranquillo, figlio mio, non siamo nati per scomparire, ma per amarci e stare insieme senza fi ne! Nostro adattamento da Chiara Frugoni

  •   Nonni e Nipoti
Novembre 2018
  • 1 g SOLENNITÀ DI TUTTI I SANTI
    Per tutti i Santi - mantello e guanti
    06.52
    17.03
  • 2 v
    COMM. DI TUTTI I FEDELI DEFUNTI


    La morte è un passaggio - e ogni giorno accorcia il viaggio
    06.53
    17.02
  • 3 s
    S. Martino de Porres

    S. Silvia - S. Pirmino abate

    Novembre prende - e non rende
    06.55
    17.01
  • 4 d 31ª p.a. S. CARLO BORROMEO vescovo S. Perpetuo vescovo
    Meglio un presente che due futuri
    06.56
    17.00
  • 5 l
    S. Guido M. Conforti vescovo

    B. Maria Carmela vergine martire

    Vanno a pezzi nel cadere - sia la brocca che il bicchiere
    06.57
    16.58
  • 6 m
    S. Leonardo eremita

    B. Cristina di Stommeln vergine

    Tutte le uova, anche di giornata - fi niscono nella identica frittata
    06.59
    16.57
  • 7 m
    S. Ercolano vescovo martire

    S. Prosdocimo vescovo - S. Lazzaro

    Luna Nuova a h. 17.02
    7.00
    16.56
  • 8 g
    S. Goffredo vescovo

    B. Maria Crocifissa badessa francescana

    Vedrai talora strani avvenimenti: un giovane ha cent’anni e un vecchio venti
    07.01
    16.55
  • 9 v
    Dedicazione della Basilica Lateranense


    La natura rifi uta - l’uguaglianza assoluta
    07.03
    16.54
  • 10 s
    S. Leone Magno papa dottore

    S. Andrea Avellino sacerdote

    Adopera ragioni forti con parole dolci
    07.04
    16.52
  • 11 d 32ª p.a. S. MARTINO di Tours vescovo S. Menna martire
    Caldarroste a S. Martino innaffi ate col nuovo vino
    07.05
    16.51
  • 12 l
    S. Giosafat vescovo martire

    Ss. Cristiano e Compagni martiri

    Troppa confi denza toglie riverenza
    07.07
    16.50
  • 13 m
    Ss. Arcadio e Compagni martiri

    S. Omobono - S. Agostina vergine

    Ripetendo io non c’entro - ci si fi nisce dentro
    07.08
    16.49
  • 14 m
    Ss. Nicola Tavelic e Compagni martiri francescani

    S. Siardo abate

    Chi al gioco fa denaro - è fortunato o baro
    07.09
    16.48
  • 15 g
    S. Alberto Magno vescovo dottore

    B. Lucia Broccadelli

    Primo Quarto a h. 15.54
    07.10
    16.47
  • 16 v
    S. Geltrude vergine

    S. Otmaro abate - B. Simeone abate

    Chi mette il tetto prima del fondo - non resta molto in questo mondo
    07.12
    16.45
  • 17 s
    S. Elisabetta d’Ungheria vedova


    Chi non pensa prima, sospira poi
    07.13
    16.45
  • 18 d 33ª p.a. S. FILIPPINA Duchesne vergine S. Oddone abate
    Una pulce non leva il sonno
    07.14
    16.45
  • 19 l
    S. Massimo martire

    S. Eudone abate - B. Eliseo García martire

    La carità fa ricchi e l’avarizia fa poveri
    07.16
    16.44
  • 20 m
    S. Ottavio martire

    S. Edmondo re martire - S. Doro vescovo

    A chi vuol legare il mondo, si rompe la corda
    07.17
    16.43
  • 21 m
    Presentazione Beata Vergine Maria al Tempio

    S. Agapio martire

    Il troppo castigare - fa spesso peggiorare
    07.18
    16.42
  • 22 g
    S. Cecilia vergine martire

    Ss. Filemone e Affia martiri

    07.19
    16.42
  • 23 v
    S. Clemente I papa martire

    S. Colombano abate - S. Lucrezia martire

    Luna Piena a h. 06.39
    07.21
    16.41
  • 24 s
    Ss. Andrea Dung Lac e Compagni martiri

    S. Firmina martire

    Se il corvo scende alla valle - accendi il fuoco e prepara lo scialle
    07.22
    16.40
  • 25 d 34ª p.a. CRISTO RE S. Caterina d’Alessandria vergine martire
    Estate di S. Caterina dura dalla sera alla mattina
    07.23
    16.40
  • 26 l
    S. Bellino vescovo martire

    B. Giacomo Alberione

    Dona come vorresti ricevere - e ricevi come vorresti donare
    07.24
    16.39
  • 27 m
    S. Virgilio vescovo

    S. Laverio martire

    Chi di schiena, chi di petto - tutti abbiam qualche difetto
    07.26
    16.38
  • 28 m
    S. Giacomo della Marca francescano

    S. Papiniano martire

    Molti rigagnoli fanno un gran fi ume
    07.27
    16.38
  • 29 g
    Tutti i Santi Francescani

    S. Saturnino martire

    Torrente gelato - amico non fidato
    07.28
    16.38
  • 30 v
    S. Andrea apostolo

    S. Galgano eremita - S. Taddeo Liu Ruiting martire

    Ultimo Quarto a h. 01.18
    07.29
    16.37
Contattaci
Edizioni Frate Indovino
Via Marco Polo, 1 bis
06125 Perugia - ITALY
  Numero unico Servizio Clienti
(+39) 075 5069369
CHIUSO:
il venerdì pomeriggio,
il sabato e i giorni festivi
info@frateindovino.eu    Fax (+39) 075 5051533 
 
© 2011 Edizioni Frate Indovino - pi 00478700545